Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: le iniziative in Italia

In occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, sono diverse le iniziative che sono state messe a punto anche in Italia

da , il

    settimana europea riduzione rifiuti

    Si svolge in questo periodo la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, un’occasione molto importante per chi apprezza le tematiche della sostenibilità ambientale. L’evento, che è promosso anche dall’Unesco, prevede la realizzazione di diverse iniziative in molti Paesi europei. Anche in Italia il ministero dell’Ambiente, Legambiente e Federambiente hanno provveduto a promuovere questi eventi, per effettuare una vera e propria opera di sensibilizzazione sull’importanza dell’ecosostenibile e della riduzione dei rifiuti. In particolare l’obiettivo è quello di riflettere sulla produzione dei rifiuti e sul loro impatto sull’ambiente.

    Regala un albero alla tua città

    Sono numerose le iniziative in Italia che intendono celebrare la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. Una di queste è organizzata da Hera, una multiutility di Bologna, che promuove proprio in questi giorni una campagna molto originale, denominata “Regala un albero alla tua città”.

    Il rispetto dell’ambiente passa infatti anche dalla conservazione ambientale e dall’attenzione per la natura. L’idea è quella di far leva sulla possibilità per gli utenti di ricevere le bollette online, attraverso le e-mail.

    In questo modo si ridurrebbe notevolmente lo spreco di carta, con grandi benefici per l’ambiente. Hera si impegna, in collaborazione con i Comuni interessati all’iniziativa, a creare nuovi spazi verdi in città.

    Sono già state raccolte 100.000 adesioni sul sito ufficiale dell’iniziativa e l’organizzazione ambientalista prevede di piantare nelle città circa 2.000 nuovi alberi. Una vittoria importante per l’ambiente naturale, sempre più spesso messo a dura prova dall’avanzare del cemento nelle città.

    Un altro progetto di Hera prevede la possibilità di diffondere le sorgenti d’acqua urbane e le case dell’acqua. Si tratta di un’iniziativa che consente a molte persone di rifornirsi di acqua attraverso delle nuove sorgenti, che sono attive in modo gratuito.

    Da marzo dello scorso anno sono state aperte 14 sorgenti, che hanno permesso un risparmio di ben 3 milioni e 800 mila bottiglie di plastica, grazie al fatto che sono stati distribuiti 1.400 litri di acqua ogni giorno.

    Meno rifiuti, più benessere

    Un’altra iniziativa è Meno rifiuti – più benessere, messa a punto dall’Associazione Comuni Virtuosi, da Italia Nostra e da Adiconsum. Si tratta di un evento che si inserisce nella Settimana europea e si concentra principalmente sul riciclo.

    Sono state proposte dieci regole interessanti che si riferiscono ai metodi per la creazione di prodotti ecocompatibili. Si consiglia infatti di eliminare gli imballaggi doppi, di commercializzare prodotti allo stato solido o iperconcentrati, di sostituire gli imballaggi che non si possono riciclare.

    Il decalogo continua con altre mosse utili: trovare dei sostituti all’uso di coloranti, composti e additivi non naturali, favorire il consumo critico, utilizzare materiali riciclati per il packaging dei prodotti e delle etichette chiare sull’uso che gli utenti possono fare di quei prodotti.

    E’ stata messa a punto anche una petizione, che punta sulla crescita ecocompatibile come unica forma di futuro sostenibile.

    La nuda verità

    Anche l’azienda Lush ha pensato di realizzare un’iniziativa molto interessante per l’ambiente, nel corso della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Il progetto si chiama “La nuda verità” e consentirà agli utenti interessati di ottenere in regalo un prodotto cosmetico solido, che sarà fornito senza imballaggi, per ogni acquisto effettuato in negozio o online.

    Un modo originale e conveniente per far riflettere anche sull’impatto degli imballaggi sull’ambiente. Realizzare bottiglie e flaconi di plastica richiede costi eccessivi per i produttori e per i consumatori, oltre a causare un grave danno all’ambiente.

    I cosmetici nudi proposti da Lush consentono di avere a disposizione dei prodotti utili, shampoo, oli da massaggio, sali da bagno, creme per il corpo e balsamo, messi a punto con ingredienti a base di frutta e verdure fresche. In questo modo i cosmetici di questo genere risultano totalmente biodegradabili e vengono consegnati agli utenti con un’etichetta e una busta di carta riciclata.