Scooter elettrico: si ricarica nella cabina telefonica

Scooter elettrico: si ricarica nella cabina telefonica

In Austria Telekom ha scelto di trasformare le vecchie cabine telefoniche in unità di ricarica delle batterie elettriche utili per rigenerare le bici, gli scooter e le auto ecologiche

da in Auto Elettriche, Bicicletta Elettrica, Energie Rinnovabili, Scooter Elettrico, Veicoli Elettrici, energia
Ultimo aggiornamento:

    cabine telefoniche che ricaricano le batterie elettriche

    Nuova vita per le cabine telefoniche, considerate oramai vecchi oggetti misteriosi che adornano i marciapiedi e le piazze italiane, divenuti tempio abbandonato dopo la straordinaria esplosione dell’utilizzo dei telefoni cellulari. Ecco allora che Telekom Austria, compagnia telefonica europea, ha deciso di destinare loro un alternativo utilizzo, nel rispetto dell’ambiente, trasformandole in stazioni di ricarica per bici, auto e scooter elettrici.

    La suddetta società ha pertanto scelto di mantenere la struttura fisica delle cabine, modificando però la propria funzionalità in delle vere e proprie unità di produzione di energia elettrica. La compagnia telefonica austriaca sta infatti permettendo, grazie a una variazione all’impianto periferico, che le cabine possano diventare dei pubblici mezzi di rigenerazione delle batterie di biciciclette, auto e scooter elettrici: un modo sicuramente interessante per incentivare l’utilizzo dei veicoli ecologici da una parte, e riciclare la funzionalità di questi totem metropolitani.

    Telekom Austria ha deciso a tal proposito che nella prima fase di sperimentazione del progetto verranno coinvolte circa 29 cabine, parte delle quali già attive.

    Il problema legato al loro utilizzo è tuttavia sempre quello, ben noto, relativo ai lunghissimi tempi di ricarica: circa 6 ore per un’auto elettrica, 80 minuti per uno scooter e 20 minuti per una bicicletta.

    In compenso, per ora, il servizio è gratuito anche se in futuro non è escluso che alle transazioni di ricarica si possa accedere esclusivamente dietro pagamento di un ticket con addebito sull’utenza di telefonia mobile.

    Simili iniziative stanno coinvolgendo anche altri Paesi europei (come la Spagna), e speriamo proprio di poter osservare delle alternative ecologiche anche in Italia.

    Immagine tratta da Milanoweb.com

    329

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheBicicletta ElettricaEnergie RinnovabiliScooter ElettricoVeicoli Elettricienergia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI