Salone Nautico di Genova: una barca ecologica

Salone Nautico di Genova: una barca ecologica

Si apre oggi il 49° Salone Nautico Internazionale di Genova

da in Auto Elettriche, Emissioni, Energia Solare, Gas serra, Impatto Zero, Idrogeno
Ultimo aggiornamento:

    Si apre oggi il 49° Salone Nautico Internazionale di Genova. L’evento più atteso da tutti gli appassionati velisti durerà fino all’11 ottobre. Tra le novità una nuova barca a motore completamente ecologica: va a idrogeno.

    Chi ama il mare e le imbarcazioni attende con ansia l’appuntamento con il Salone Nautico Internazionale che da decenni è un’istituzione ed un punto di riferimento imprescindibile per conoscere (e magari acquistare, per chi può) tutte le ultime novità in fatto di vela e di barche a motore. Organizzato dalla Fiera di Genova e dall’Unione Nazionale dei Cantieri e delle Industrie Nautiche, il Salone Nautico è in auge dal 1962. Dai 30 mila metri quadrati di esposizione degli albori, lo spazio espositivo è cresciuto in modo esponenziale fino ad arrivare agli odierni 200 mila metri quadrati di superficie a terra e ai 100 mila metri quadrati di specchio acqueo.

    Oltre alle più classiche barche a vela, senza dubbio il modo più ecologico di navigare con un fascino tutto retrò, sono diverse le novità esposte quest’anno. La nostra attenzione di persone attente all’ambiente è stata catturata da una barca a motore che è alimentata a idrogeno.

    Il Riviera 600 dei cantieri Frauscher (esposto dal Cantiere Nautico Feltrinelli) è un’imbarcazione lunga 6 metri interamente elettrica e alimentata con le nuove celle combustibili a idrogeno. La sua propulsione è quindi interamente verde e quello che esce dal tubo di scarico è solo acqua. Niente emissioni di CO2, niente emissioni di poveri sottili: ma solo acqua pura. La bombola di 20 kg contiene 7800 litri di idrogeno compresso e la barca ha anche la possibilità di auto produrre l’idrogeno per elettrolisi grazie all’utilizzo di pannelli solari fotovoltaici. Per ora il prezzo di questo gioiello ecologico è proibitivo (circa 150.000 Euro), ma ci si augura che il modello possa diffondersi in modo da poter finalmente solcare il mare con un’imbarcazione a motore sì, ma ad “impatto zero”.

    352

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheEmissioniEnergia SolareGas serraImpatto ZeroIdrogeno
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI