Risparmio risorse: Iper dalla parte dell’ambiente

Risparmio risorse: Iper dalla parte dell’ambiente

La catena di supermercati Iper da tempo si è fatta ecologica, e continua a dimostrarlo con i suoi prodotti ed iniziative

da in Impatto ambientale, Negozi Biologici, Plastica Biodegradabile, Riciclo, Spesa Biologica
Ultimo aggiornamento:

    Iper, uno dei maggiori ipermercati italiani, da tempo si sta impegnando per promuovere un commercio responsabile capace di contribuire in maniera concreta ad uno sviluppo sostenibile e durevole nel tempo. Questo progetto prende il nome di “I Naturale. PER L’UOMO E PER L’AMBIENTE“.

    Iper si impegna a favore dell’ambiente cercando sempre di utilizzare imballaggi eco-compatibili e a basso impatto ambientale. La base degli imballaggi usati è la fibra vegetale, totalmente biodegradabile e compostabile, per favorire il riciclaggio delle risorse e produrre un inferiore inquinamento. Inoltre, vengono impiegati sistemi a risparmio energetico, come le fonti di energia rinnovabile, in tutti i processi produttivi.

    Altro punto a sostegno dell’ambiente promosso da Iper è l’utilizzo di sacchetti per la spesa completamente ecologici e imballaggi ad uso alimentare: I sacchetti della spesa hanno la caratteristica di essere riciclabili e a basso impatto ambientale. Gli imballaggi eco-compatibili, invece, sono di origine naturale (creati appositamente per gli alimenti) e vengono venduti nei reparti Iper dedicati alla gastronomia, salumeria, panetteria ecc.

    I sacchetti sono di quattro tipologie: biodegradabile, carta, tela e maxi.

    Il sacchetto biodegradabile è prodotto in Mater Bi totalmente naturale tanto che può essere riutilizzato in casa per la raccolta dell’umido. Il sacchetto di carta è realizzato in Cartafrutta (riciclata dal Tetrapak) e si riutilizza per la raccolta differenziata della carta. La borsa di tela ecologica, invece, è fatta con puro cotone proveniente da coltivazioni biologiche. Infine, il borsone maxi, ha sempre caratteristiche ecologiche ed è molto resistente.

    Per quanto riguarda gli imballi Iper, i principali contenitori sono realizzati in materiali ecologici a sostegno dell’ambiente: troviamo vaschette in PLA (derivato dal mais e capace in soli 45 giorni di trasformarsi in humus!), le cassettine di plastica (vengono continuamente riutilizzate), gli erogatori a libero servizio di detergenti (per il risparmio economico e delle risorse) e le confezioni in pura cellulosa (completamente biodegradabile e compostabile anch’essa).

    Immagini tratte da:
    iper.it
    bellomabuono.blogspot.com
    marketingjournal.it

    422

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Impatto ambientaleNegozi BiologiciPlastica BiodegradabileRicicloSpesa Biologica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI