Risparmio risorse, arriva il wc-bidet ecosostenibile

Risparmio risorse, arriva il wc-bidet ecosostenibile

In arrivo dall' America un nuovo sistema che rivoluzionerà il modo di concepire l'igiene personale: il bidet che si applica direttamente sul gabinetto per una pulizia più completa

da in In Evidenza, Innovazione, Tutela Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    La straordinaria trovata proviene dalla lontana Florida, e promette di rivoluzionare lo stile di vita (almeno, quello in bagno) di tutti coloro che desidereranno acquistarla. Sto parlando di quanto sponsorizzato dalla Blue Bidet, azienda americana specializzata nella vendita di speciali implementazioni che permettono al gabinetto di svolgere le funzioni di un comune bidet tramite un getto che viene azionato mediante manopola.

    Attualmente in esposizione al Home Show di Toronto, oltreoceano fa già parlare di sè. Sicuramente per la bizzarria, dato che in America la popolazione è poco avvezza alla pulizia delle parti intime dopo i bisogni fisiologici (così come gli inglesi e i francesi, nelle cui case spesso il bidet non esiste!). Noi italiani, famosi per la cultura dell’ igiene personale, potremmo invece trarre innumerevoli benefici da questa pratica e freschissima invenzione. Omettendo le ovvie ragioni pratiche e sanitarie per cui l’uso del WC-Bidet sarebbe opportuno alle persone con disabilità fisiche e non, cercherò di illustrare brevemente ciò che a noi interessa: i vantaggi a tutela dell’ ambiente derivanti dall’ utilizzo di questo prodotto innovativo a livello globale.

    Per chi non lo sapesse, ogni giorno nel mondo vengono consumati circa cento milioni di rotoli di carta igienica. Solo negli Stati Uniti vengono prodotte 3,4 tonnellate di rotoli, che comportano l’abbattimento di 54 milioni di alberi per la loro produzione. Senza contare il dispendio energetico derivante dai processi di lavorazione dei materiali. Tanto per rendere l’idea, per fare un solo rotolo di carta igienica è necessario utilizzare circa 650 gr. di legno, 148 litri d’acqua, 1.3 KWH di elettricità e numerose sostanze chimiche.

    il WC-Bidet promette di ridurre il consumo di carta igienica fino al 75%! Percentuale che arriverebbe anche al 100% se venisse integrato un meccanismo di auto-asciugatura.

    Grazie a queste apparecchiature, quindi, si potrà prevenire tutti insieme gli sprechi delle risorse primarie: acqua, legno, elettricità. I prodotti della linea Blue Bidet funzionano senza elettricità e l’ installazione è semplice (o almeno così sostiene Peter Gallos, rappresentante della casa produttrice): meno di mezz’ora per il modello a getto di acqua fredda (circa 5 gradi) che fornisce la toilette, mentre ha bisogno di una maggiore tempistica il modello più elaborato che permette di ottenere anche un getto d’acqua calda. Ma quanto costa tutto ciò? Incredibilmente poco. Infatti i WC-Bidet della linea Blue Bidet hanno i prezzi più competitivi del mercato: si parte da 37,5 dollari (circa 25 euro) per il BB-500 (getto di acqua fredda) per passare alle 69 dollari (circa 50 euro) del modello BB-1000 con getto freddo e sistema di autopulizia, e per concludere il modello BB-3000 da 89 dollari (circa 70 euro) con getto a scelta tra caldo/freddo e sistema di autopulizia. Decisamente un bell’ investimento per chi ha a cuore, oltre al proprio benessere e quello dei propri cari, anche quello del nostro splendido pianeta.

    Immagini tratte da:
    bluebidet.com
    ecologiae.it
    sanitari.internicasa.it

    520

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaInnovazioneTutela Ambientale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI