Rimedi contro l’influenza: gli antibiotici naturali

Ci sono molti antibiotici naturali da utilizzare come rimedi contro l’influenza. Fra questi possiamo ricordare l’aglio, l’origano, l’estratto di foglie d’olivo, il tè verde e lo zenzero.

da , il

    Fra i rimedi contro l’influenza non bisogna dimenticare gli antibiotici naturali. Non è detto, infatti, che contro i malanni di stagione dobbiamo sempre fare ricorso alle sostanze chimiche che ci propone la farmacologia tradizionale. Spesso corriamo anche il rischio di non pensare al nostro benessere e di ottenere effetti inefficaci, visto che aumentano i batteri, che diventano sempre più resistenti ad ogni genere di medicinale. Proprio per questo le soluzioni che la natura mette a nostra disposizione sono davvero fondamentali. Ma quali sono le sostanze che possiamo utilizzare? Vediamone alcune.

    Aglio

    L’aglio svolge un’azione antivirale e antifungina. Per questi motivi non dovrebbe mancare mai nella nostra alimentazione e anzi dovrebbe essere consumato in quantità maggiore proprio nel periodo invernale. Particolarmente abbondanti sono le dosi di potassio e germanio che esso contiene. Si tratta di due minerali molto importanti per assicurare un buono stato di salute. L’allicina è molto utile per rafforzare le nostre difese immunitarie. Anche se a molti non è gradito il sapore piuttosto forte, non si dovrebbe sottovalutare l’opportunità di consumarlo con regolarità, naturalmente senza cadere nelle esagerazioni.

    Tè verde

    Il tè verde possiede molte proprietà curative. Fra queste c’è il fatto che esso si configura come un antiossidante. Tutto merito delle catechine e, nello specifico, della epigallocatechina gallato, davvero importante per riuscire a contrastare alcuni ceppi di batteri e per aumentare le difese proprie del tessuto cellulare. Sono stati fatti molti studi su questo argomento e si è visto che chi consuma regolarmente questa bevanda ha un rischio minore di sviluppare malattie dell’apparato cardiovascolare e tumori. D’altronde, questo infuso riesce a stimolare il metabolismo e dovrebbe essere bevuto senza aggiungere latte, perché non siano inibite le sue azioni benefiche. Al limite, possiamo usare quello di soia.

    Zenzero

    Lo zenzero è una pianta officinale che, oltre a proteggere dallo sviluppo delle neoplasie, riesce ad agire anche contro disturbi comuni, a partire dal raffreddore. Il tutto è rapportabile ai principi attivi in esso contenuti, come le mucillagini, in grado di sciogliere il muco e di liberare i bronchi. Si può preparare uno specifico sciroppo, facendo bollire la spezia fresca per trenta minuti in una tazza d’acqua e accompagnandola con lo zucchero o con il miele. Si possono mettere a punto anche delle tisane disinfettanti, con un pizzico di cannella e dei chiodi di garofano.

    Foglie d’olivo

    Da non sottovalutare nemmeno l’estratto delle foglie di olivo, che ha un compito antinfiammatorio e antinvecchiamento, proteggendo il nostro organismo dai radicali liberi. Inoltre non si deve dimenticare che è capace di migliorare la circolazione del sangue, aumentando l’elasticità delle arterie e riducendo la pressione alta. Riesce a prevenire e a curare diverse infezioni virali.

    Origano

    L’origano possiede differenti principi attivi, come fenoli, proteine e sali minerali. E’ un ottimo rimedio come analgesico, antisettico e antispasmodico. E’ molto usato nell’aromaterapia per risolvere i problemi legati all’apparato respiratorio, tosse, bronchite e asma. Riesce a combattere quasi tutti i batteri più comuni, fra i quali lo stafilococco.