Rifiuti speciali: come smaltirli

Rifiuti speciali: come smaltirli

Cosa sono i rifiuti speciali e come è possibile smaltirli? La normativa in materia è abbastanza ricca, e val la pena far qualche chiarimento per evitare di creare confusione con altre categorie di rifiuti, e altre modalità di smaltimento che potrebbero non essere adatte a rispettare le disposizioni in tema di corretto trattamento dei rifiuti denominati, appunto, speciali

da in Gestione rifiuti, Legge rifiuti, Raccolta Rifiuti, Rifiuti Speciali, rifiuti sanitari
Ultimo aggiornamento:

    Rifiuti speciali

    Cosa sono i rifiuti speciali e come è possibile smaltirli? La normativa in materia è abbastanza ricca, e val la pena far qualche chiarimento per evitare di creare confusione con altre categorie di rifiuti, e altre modalità di smaltimento che potrebbero non essere adatte a rispettare le disposizioni in tema di corretto trattamento dei rifiuti denominati, appunto, speciali.

    Cosa sono i rifiuti speciali?

    Rifiuti speciali
    Per definire i rifiuti speciali occorre ricordare cosa sostiene l’art. 184, co. 3, del d. lgs. 152/06, il quale stabilisce che i rifiuti speciali sono quelli da attività agricole e agro industsriali, da attività di demolizione e costruzione, da lavorazioni industriali e artigianali, da attività commerciali e di servizio, da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, da attività sanitarie, i veicoli a motore, i macchinari, il combusibile derivato da rifiuti.

    La differenza con i rifiuti urbani

    Rifiuti speciali
    I rifiuti speciali, definiti come sopra, si distinguono dai rifiuti urbani, che sono invece quelli domestici, o assimilabili a quelli domestici, quelli derivanti dallo spazzamento delle strade, quelli giacenti sulle strade ed aree pubbliche, quelli provenienti da aree verdi, e quelli provenienti da attività cimiteriale. L’elenco dei rifiuti urbani è contenuto nel co. 2 dell’art.

    184 del d. lgs. 152/06.

    Come smaltire i rifiuti speciali

    Rifiuti speciali
    Lo smaltimento dei rifiuti speciali segue una modalità di trattamento, stoccaggio temporaneo e conferimento del tutto particolare, al fine di contenere i pericoli ambientali derivanti dalla loro gestione. Il loro smaltimento è oltrettutto differente a seconda della tipologia di rifiuto, con regole che saranno pertanto diverse tra, ad esempio, solventi di laboratorio e rifiuti sanitari. Per conoscere pertanto il percorso più corretto per lo smaltimento, vi consigliamo di prendere contatto con il responsabile di tale procedimento.

    Abbiamo parlato del tema del post in questi approndimenti:

    Rifiuti speciali: la voce del WWF sull’incendio a Chieti
    Raccolta rifiuti: record per la differenziata nelle abitazioni
    Rifiuti tossici: scorie campane smaltite in Lombardia

    503

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Gestione rifiutiLegge rifiutiRaccolta RifiutiRifiuti Specialirifiuti sanitari
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI