Riciclo creativo: gli oggetti eco friendly più strani

da , il

    L’industria della tecnologia ecoo è nel pieno boom e tutti quanti, nel loro piccolo cercano di contribuire a una vita eco sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Spesso ci ritroviamo in casa oggetti in disuso, da buttare perché non potrebbero servire a nulla. Eppure, alcune menti creative, sono riuscite a riciclare rendendo utili, gli oggetti più assurdi e strani che per molti non servirebbero a nulla, la creatività è l’ingrediente base del riciclaggio creativo.

    • Iniziamo la nostra rassegna con un’idea di riciclo davvero creativa, quella venuta a Simona Donato, che invece di buttare la bottiglia del detersivo vuota, ha ben pensato di ritagliarla e creare una parure abbinata di collana e orecchini ecofriendly, davvero elegante. Quella degli orecchini e collana realizzati dalla bottiglia del detersivo è solo una delle sue idee originali di riciclo creativo.
    • Alcune persone hanno trovato un modo davvero originale per risolvere il problema dei peli volanti per casa del proprio animale domestico, ovvero quello di riciclarli in modo creativo per realizzare indumenti. È diventato un vero business quello lanciato da Danelle German del South Carolina. La sua attività consiste proprio nel riutilizzare il pelo del gatto, invece di buttarlo via, per realizzare capi alla moda. L’animale viene lavato a fondo per assicurarsi che sia pulito, subito dopo l’animale viene rasato. I peli vengono raccolti e lavorati per alcuni giorni fino a diventare il prodotto finale, borse o maglie.
    • Avete mai sentito parlare dei funerali ecosostenibili? È il caso delle cosiddette ecoffin, ovvero bare eco friendly. In Colorado un’azienda realizza delle bare utilizzando i covoni di banane e del bambù che si decompongono insieme al corpo nella terra, promuovendo cosi sepolture ecosostenibili. Un’ottima soluzione rispetto alla cremazione dei corpi, anche in termini economici, in quanto la bara ha un costo relativamente basso di 800$.
    • Un’altra creazione davvero interessante ed ecocompatibile è l’eco gadget presentato dalla Sony, che ha lanciato un telecomando ecologico, il Sony Conductor Tv Remote. Si tratta di una sorta di bacchetta bianca, forse magica, che si ricarica semplicemente piegandola su se stessa. Attraverso dei semplici movimenti può essere utilizzata per accendere, spegnere e cambiare canali della tv. Tutto questo potere proviene dall’energia cinetica.
    • Si dice che non ci sia cosa più sensazionale che quella di camminare a piedi nudi sull’erbetta, allora perché non realizzare un tappetino per il bagno con dell’erba vera dove poggiare i piedi subito dopo aver fatto la doccia? Il tappeto è stato inventato da Nguyen La Chanh e include diversi tipi di erba, è meglio fare delle prove allergiche prima di salirci. Non ne potete più di cambiare ombrelli che si rompono ogni anno? Provate con l’ombrello convenzionale eco friendly e modificabile, dal design flessibile. Lo scheletro è, infatti, fisso mentre la copertura può essere sostituita con qualsiasi cosa, provare per credere!
    • Avete mai provato ad assaggiare una crema per scarpe? Be semmai vi venisse la voglia, soddisfatela con la crema per scarpe realizzata da Greenfibes, ecosostenibile e gustosa. Avete capito bene una crema per scarpe buona da mangiare, dopo averla spalmata su un tosto oppure da mangiare con il cucchiaio.
    • Se tenete alla vostra salute e odiate l’inquinamento dell’ambiente, vi consigliamo il vestito sensibile all’inquinamento. Lo strano vestito, infatti, è fatto di un particolare tessuto che si arriccia a seconda del livello di inquinamento che c’è nell’aria. Tanto più l’aria inquinata, tanto più il vestito sarà stropicciato. L’invenzione la si deve alla creativa Stephanie Sandstrom.