Radiazioni dei cellulari: l’Unione Europea vuole bandire i telefonini dalle scuole

Radiazioni dei cellulari: l’Unione Europea vuole bandire i telefonini dalle scuole

In seguito ad una richiesta presentata dal Consiglio d’Europa, l’Unione Europea vorrebbe vietare i cellulari a scuola, per limitare i possibili danni alla salute determinati dall’inquinamento elettromagnetico

da in Impatto ambientale, Inquinamento, Inquinamento Ambientale, Primo Piano, Sviluppo Sostenibile
Ultimo aggiornamento:

    Per risolvere il problema delle radiazioni dei cellulari, l’Unione Europea intende bandire i telefonini dalle scuole. Il tutto parte da una richiesta presentata dal Consiglio d’Europa per cercare di limitare i possibili danni alla salute determinati dalle esposizioni alle radiazioni dei cellulari. I giovani dovrebbero essere maggiormente informati e sensibilizzati sulla questione, sulla quale un apposito documento europeo fornisce dati scientifici precisi in relazione alla correlazione tra radiazioni dei cellulari e dei dispositivi Wi-Fi e malattie in cui è possibile incorrere.

    Varie sono le conseguenze dell’inquinamento elettromagnetico, come l’alto voltaggio che disorienta i ruminanti. Per risolvere il problema si dovrebbe cominciare dalle definizioni e dalle regole per vivere a impatto zero.

    La questione insomma è complicata e viene da chiedersi se basta vietare l’utilizzo dei cellulari a scuola.

    Già tempo fa ci si interrogava se l’elettrosmog delle antenne di Radio Vaticana è in grado di provocare la leucemia. Sarà ora la volta dei cellulari?

    202

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Impatto ambientaleInquinamentoInquinamento AmbientalePrimo PianoSviluppo Sostenibile
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI