Raccolta differenziata: i secchi modulari

Raccolta differenziata: i secchi modulari

La struttura modulare Leco propone dei secchi modulari simili ai mattoncini colorati Leco

da in Gestione rifiuti, Raccolta Differenziata, Raccolta Rifiuti, Rifiuti
Ultimo aggiornamento:

    raccolta differenziata secchi modulari

    Interessanti per la raccolta differenziata sono i secchi modulari Leco. Già lo stesso nome rimanda con la mente ai noti mattoncini colorati, con i quali si possono costruire forme particolari. L’idea in effetti è molto simile ed è destinata a contribuire al contenimento dell’inquinamento ambientale mediante la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti. Il sistema in questione intende sfruttare le potenzialità ludiche di questi secchi, per incentivare in ogni modo possibile l’attenzione al rispetto dell’ambiente. Un mix di creatività e di ecosostenibilità veramente vincente.

    La raccolta differenziata dei rifiuti può essere fatta bene e senza perdere tempo avvalendosi di specifici trucchi. Una strategia simpatica è costituita proprio dai secchi Leco.

    Si tratta di un sistema modulare, che è composto da cinque secchi di colori differenti, ognuno destinato alla raccolta di uno specifico materiale: l’azzurro per l’alluminio, il verde per il vetro, il bianco per la carta, il giallo per la plastica. Il quinto elemento è grigio e costituisce la base di tutta la struttura modulare.

    I secchi si possono incastrare l’uno sull’altro a formare una sorta di piramide. In questo modo è possibile risolvere anche gli eventuali problemi di spazio. Tra l’altro è da tenere presente che i secchi sono realizzati in polietilene a bassa densità, che può essere oggetto di riciclo.

    In sostanza un modo innovativo e accattivante di stimolare un comportamento ecocompatibile, che tutti dovremmo mettere in atto nella gestione dei rifiuti a vantaggio dell’ambiente e in vista dell’affermazione di un mondo più vivibile.

    313

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Gestione rifiutiRaccolta DifferenziataRaccolta RifiutiRifiuti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI