Pulire l’argento con bicarbonato: una guida pratica [VIDEO]

Pulire l’argento con bicarbonato è molto facile ed efficace

da , il

    pulire argento bicarbonato

    Pulire l’argento con bicarbonato è la soluzione green ideale. Vi proponiamo una guida pratica, da tenere in considerazione tutte quelle volte che tirate fuori l’argenteria e volete dare ad essa una maggiore brillantezza. In fin dei conti anche le pulizie ecosostenibili in casa rappresentano un contributo alla lotta contro l’inquinamento.

    Come fare per l’argenteria

    La pulizia dell’argenteria con il bicarbonato non è affatto difficile. Non dobbiamo fare altro che versarne un po’ sugli oggetti e poi procedere a strofinare con una spugnetta morbida e bagnata. Naturalmente è bene usare una spugna molto delicata, in modo che non si vada ad intaccare l’argento con segni vari che potrebbero essere antiestetici. Non occorre grattare, è sufficiente una passata leggera. Alla fine dell’operazione, bisogna risciacquare abbondantemente per eliminare ogni residuo di polvere e infine si può asciugare il tutto con un panno vellutato.

    Come fare per i gioielli

    Il bicarbonato è ottimo anche per pulire i gioielli d’argento. In questo caso va usato insieme al sale da cucina. Di quest’ultimo ne servono 25 grammi, che corrispondono circa ad un cucchiaio. Dovete usare un contenitore ricoperto con un foglio di carta d’alluminio, che va riempito con un litro d’acqua. I preziosi vanno immersi e lasciati per un’ora. Poi bisogna risciacquarli e asciugarli con un panno morbido. Il metodo si dimostra particolarmente efficace in seguito alla reazione che si verifica tra l’alluminio e i sali d’argento. In sostanza, l’alluminio viene ossidato e i sali vengono riconvertiti in argento metallico.

    Il bicarbonato in casa

    Il bicarbonato in casa trova molteplici applicazioni per le pulizie domestiche. Con il bicarbonato di sodio si possono lavare le superfici della cucina, mettendo a punto una soluzione formata insieme all’acqua. L’effetto che ne risulta è quello di uno splendore assicurato. Lo stesso si può dire per i pavimenti. E’ possibile, infatti, realizzare dei detersivi naturali (GUARDA TUTTI I METODI PER PREPARARE I DETERSIVI ECOLOGICI): basta semplicemente aggiungere dell’aceto bianco. Se avete delle macchie sulle pareti della casa, soprattutto in prossimità dei termosifoni, potete strofinare con della mollica di pane intrisa di bicarbonato. I muri torneranno a splendere.

    Quante volte siete stati alle prese con i cattivi odori all’interno del frigorifero? Anche in questo senso c’è una soluzione: mettetene un po’ in una ciotolina (ne sono sufficienti circa 200 grammi); cambiatelo di tanto in tanto e provate a pulire le pareti interne del frigo proprio con una soluzione a base di acqua e bicarbonato. Unito all’aceto di mele, serve anche ad eliminare le macchie della caffettiera. Un ottimo rimedio anche per la biancheria, visto che la cesta dei panni sporchi ne può essere cosparsa sul fondo. Se aggiungete qualche goccia di olio essenziale, i capi di abbigliamento, anche se da lavare, avranno un profumo gradevole. E se avete a che fare con gli acari? Spesso capita di essere anche allergici e in questo senso i tappeti rappresentano un vero problema. Basta cospargerli con il bicarbonato, lasciandolo agire per una notte intera. Il mattino dopo rimuovete la polvere con l’aspirapolvere.

    Guarda anche:

    Pulire casa con aceto e bicarbonato: una piccola guida domestica

    Come pulire i tappeti in modo naturale: 3 idee utili

    Come pulire il forno in modo naturale: una guida utile

    Pulizie ecologiche: la vodka come detersivo alternativo

    Foto di nd-nʎ