Protezione animali: Sophie Barrett a Londra, senza veli, in favore di Peta

Protezione animali: Sophie Barrett a Londra, senza veli, in favore di Peta

Sophie Barrett si spoglia nelle strade di Londra: lo scopo è nobile, è la protezione degli animali

da in Animali, Educazione Alimentare, Maltrattamento Animali, Protezione Animali, PETA
Ultimo aggiornamento:

    Dopo la nostrana bellezza di Elisabetta Canalis, anche un’altra splendida ragazza sceglie il nudo per dire la sua idea sulla protezione degli animali: è Sophie Barrett, senza veli (e abbastanza infreddolita, anche se non lo da a vedere) per dire no allo sfruttamento degli animali. Le immagini la ritraggono con un corpo tratteggiato esattamente come se fosse carne da macello, proprio come accade per tutti gli animali da macello a cui spesso viene riservato un trattamento disumano.

    La proposta di Sophie è proprio quella di aderire massicciamente ad una dieta vegetariana, imparando a vivere in armonia con le risorse naturali a disposizione e, quindi, senza dover mangiare altri animali. Questo gesto di protesta -fermato poi dalla polizia londinese- si svolge in concomitanza con la settimana mondiale per l’abolizione della carne, che terminerà il 30 gennaio.

    Scopo dell’iniziativa è quello di approfondire le conseguenze che si possono generare da un’alimentazione carnivora, per spingere il maggior numero di persone possibile a delle scelte più oculate di consumo critico, nel rispetto degli animali ma anche del proprio stato di salute.

    La produzione di carne da macello, infatti, non fa del male solo a molte specie di animali, ma porta con sé dei forti rischi in termini di impatto ambientale, regime alimentare e interesse per le prospettive future del nostro Pianeta Terra. Chi aderisce a tale movimento sceglie di abolire carne, pesce e derivati, per abbracciare una dieta alimentare più sana e un modo di vivere più cosciente. Scopo di Sophie Barrett era proprio quello di attirare l’attenzione verso questi temi e, a giudicare dalle immagini, si direbbe proprio che ci è riuscita.

    320

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliEducazione AlimentareMaltrattamento AnimaliProtezione AnimaliPETA
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI