Protezione animali: la pesca del tonno non è più un massacro

Protezione animali: la pesca del tonno non è più un massacro

La protezione degli animali passa anche per una pesca in mare sostenibile: è il caso della pesca del tonno, finalmente trasformatasi da barbaria a pratica che comprende la tutela degli animali

da in Animali, Animali Selvatici, Protezione Animali, Sostenibilità Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    protezione animali pesca tonno

    La protezione degli animali passa anche per un’attività di pesca sostenibile, dove vengono scelti solo esemplari adulti e in quantità calibrate. Un nuovo passo per la tutela degli animali parte della Sardegna e riguarda una migliore pesca del tonno, resa meno cruenta.

    Questa rivoluzione nel pescare il pesce va a modificare tradizioni storiche sulla pesca in mare: se prima il pesce in mare, soprattutto il tonno, veniva pescato con modalità agghiaccianti, ora questi animali del mare vengono catturati solo se pesano più di trenta chilogrammi, lasciati vivere in acqua all’interno di vasche pensate apposta per loro nel mare d’Italia.

    Quindi, vengono lentamente trasportati alla volta di Malta dove li si lascia crescere finché non pesino almeno una tonnellata: così, pronti per il macello, questi animali marini vengono quindi portati in Giappone, dove al dettaglio il prezzo del tonno rosso può arrivare fino a ottanta euro al chilogrammo.

    212

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali SelvaticiProtezione AnimaliSostenibilità Ambientale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI