Proteggere gli animali dai botti di Capodanno: le regole da seguire

Proteggere gli animali dai botti di Capodanno: le regole da seguire

Gli animali vanno protetti dai rumori provocati dai botti di Capodanno

da in Animali, Animali Domestici, Biodiversità, Protezione Animali
Ultimo aggiornamento:

    animali botti capodanno

    Gli animali vanno protetti dai botti di Capodanno, perché i nostri amici a quattro zampe possono essere terrorizzati dagli scoppi dei fuochi d’artificio e dei petardi, che provocano rumori, i quali sono percepiti dagli animali in maniera anche più intensa. In effetti non bisogna dimenticare che gli animali, come ad esempio i cani, hanno l’udito molto più sviluppato rispetto a quello degli uomini e questo può scatenare in essi veri e propri attacchi di panico. Ecco perché è importante essere consapevoli di come gestire al meglio la situazione.

    Massimo Comparotto, presidente dell’Organizzazione per la protezione degli animali, Oipa Italia, mette in evidenza:

    “Nel periodo che va dalla metà di dicembre ai primi giorni di gennaio riceviamo moltissime segnalazioni di animali domestici smarriti, feriti o morti a causa dei botti: è importante che tutti comprendano quanto un momento di festa per alcuni diventi motivo di sgomento e terrore per altri. Chi ama gli animali non spara botti.”

    Ma che cosa fare concretamente per la tutela degli animali? Innanzi tutto gli animali vanno tenuti lontani dai luoghi dei festeggiamenti e non vanno lasciati soli.

    Vanno tenuti in casa con le finestre chiuse e con il volume della tv abbastanza alto, per attutire il rumore dei botti.

    Gli animali dovrebbero inoltre essere portati dal veterinario in caso di reazioni di panico, in modo da essere sottoposti ad un’adeguata terapia, ma sono assolutamente vietati i tranquillanti fai da te. Molto utile potrebbe essere consultare un veterinario comportamentalista.

    Foto di Sheldon Pax

    304

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali DomesticiBiodiversitàProtezione Animali
    PIÙ POPOLARI