Pompa di calore: vantaggi e svantaggi

L’uso di una pompa di calore ha vantaggi e svantaggi. Può convenire dal punto di vista del rendimento termico, ma bisogna fare attenzione ai costi e al rumore.

da , il

    La pompa di calore presenta vantaggi e svantaggi che è bene tenere in considerazione. I suoi rendimenti sono superiori rispetto a quelli di una caldaia, nonostante il costo dell’elettricità sia maggiore rispetto a quello del gas. In generale la pompa di calore può essere più conveniente rispetto alla caldaia tradizionale e può essere utilizzata anche per il riscaldamento dell’acqua destinata ai caloriferi o, più nello specifico, a sistemi a temperatura più fredda, come i pannelli o i pavimenti radianti. Possiamo dire a buon diritto che la pompa di calore può sostituire la caldaia. Nell’uso di questo sistema di riscaldamento ci sono varie applicazioni tecnologiche, che lo rendono piuttosto versatile.

    Il rendimento energetico

    Il rendimento energetico della pompa di calore è elevato. Proprio per questo motivo, dal punto di vista economico, anche se l’elettricità costa di più rispetto al gas, installare una pompa di calore è conveniente sul piano economico. Per questo, considerando il rapporto tra spese e rendimento energetico, non dovremmo rinunciare a questo tipo di riscaldamento per la nostra abitazione.

    Miglioramento della classe energetica degli edifici

    L’utilizzo di una pompa di calore nella propria casa dà la possibilità di migliorare la classe energetica degli edifici. Tutto ciò può essere vantaggioso perché apre la strada ad una rivalutazione degli immobili e quindi ad un accesso privilegiato a diversi tipi di incentivi.

    Impianto unico per il riscaldamento

    Con l’installazione della pompa di calore, è possibile realizzare un impianto unico per il riscaldamento, per il raffreddamento e per la produzione di acqua calda ad uso sanitario. Il risultato si vede in un comfort maggiore e in dei costi complessivi molto più contenuti. Inoltre è da considerare che il sistema di riscaldamento costituito dalla pompa di calore è molto flessibile e si adatta alle singole esigenze, anche nel corso di ristrutturazioni di case o appartamenti.

    La bassa temperatura dell’acqua

    Tra gli svantaggi dell’uso di una pompa di calore può essere considerato il fatto che la temperatura dell’acqua da essa prodotta non è estremamente elevata. Per rimediare a tutto ciò è possibile utilizzare altri dispositivi, ma questo fa diminuire la convenienza dell’impianto dal punto di vista prettamente economico.

    Il rumore

    Non tutti i modelli di pompa di calore sono uguali. Alcuni possono essere davvero rumorosi e per questo è consigliabile la loro installazione fuori casa, preferibilmente sul balcone. Sarà lo stesso installatore a poter consigliare la soluzione migliore, in base alle nostre esigenze e alle caratteristiche del modello che abbiamo scelto.

    Il consumo elettrico

    Nonostante il rapporto fra spese per l’energia e rendimento termico sia conveniente, a volte l’uso di una pompa di calore può pesare in maniera non indifferente sulla bolletta. Ma c’è una soluzione, perché è possibile anche installare un secondo contatore, che permette di usufruire di una tariffazione elettrica appositamente dedicata alla pompa di calore, in modo da non penalizzare troppo, per ciò che riguarda il costo della bolletta, il consumo di elettricità.

    LEGGI ANCHE: Condizionatore a pompa di calore: una guida all’acquisto [FOTO]