OGM: patata transgenica riceve l’OK dell’UE

La patata transgenica riceve l'approvazione della Commissione Europea

da , il

    patata ogm

    Secondo un sondaggio, il 74% degli europei è contrario alla pratica dell’alterazione genetica degli alimenti. Malgrado questo l’Unione Europea ha dato l’approvazione alla patata OGM di cui tanto si sta discutendo in questi giorni. Il tubero transgenico verrà legalmente prodotto, distribuito e venduto in Europa dalla multinazionale Basf. Bisogna sapere che la questione che ruota attorno alla patata transgenica esiste da ben 12 anni. Eh sì: la patata Amflora (questo il nome originario) ha vissuto nel limbo dal 1998 fino ad oggi. Eppure, l’Italia -nella figura del Ministro dell’agricoltura Luca Zaia- si oppone.

    L’Oms fa sapere che si tratta di un prodotto nocivo, se non addirittura pericoloso per la salute dell’uomo. Infatti contiene un gene modificato capace di resistere al potere degli antibiotici. Ovvia l’opposizione degli ambientalisti e salutisti, sia per i rischi che questa patata geneticamente modificata arrecherebbe al nostro benessere, sia ai danni che comporterebbe all’ambiente. Insomma: molto meglio la cara vecchia agricoltura biologica!

    Dello stesso avviso è anche il fondatore di LifeGate, Marco Roveda, che esprime così il proprio dissenso: “Sono fortemente contrario al via libera agli OGM deciso dalla Commisione Europea. Il nostro ecosistema ha perso il proprio equilibrio a causa dell’attività dell’uomo che l’ha inquinato con l’utilizzo dei pesticidi e della chimica. Già oggi necessiteremmo circa di un pianeta e mezzo per convivere con gli attuali ritmi di vita. La questione va affrontata invece in una visione olistica per riequilibrare ciò che abbiamo squilibrato. Gli OGM vanno nella direzione opposta. Ancora una volta si vuole fare una forzatura, addirittura un braccio di ferro contro la natura! Con la stupida arroganza di poter vincere. E’ grave che alcuni abbiano l’obiettivo di modificare le specie della natura, brevettarne la vita per impossessarsene. Come se qualcuno volesse impadronirsi del sole, del mare, dell’acqua. E’ impensabile, è pazzesco! E’ logico che ci debbano raccontare grandi menzogne per ottenere il nostro consenso“.

    Immagine tratta da:

    yeinjee.com