Nuovo disastro ambientale peggiora l’inquinamento del mare: petrolio in Scozia

Il nuovo disastro ambientale colpisce il mare del Nord, con l’oro nero che provoca un grave inquinamento del mare

da , il

    Un nuovo disastro ambientale si abbatte su un ecosistema delicato, messo a rischio dall’inquinamento del mare. Una nuova marea nera invade il Mare del Nord, sul lato est della Scozia. La compagnia petrolifera Shell, responsabile del fatto, minimizza e non è in grado di affermare quando sarà fermata la fuoriuscita.

    Le stime del colosso petrolifero affermano che l’oro nero riversato in mare sia pari a 1300 barili, ma la sensazione è che in realtà la situazione dell’inquinamento ambientale possa essere ancora più grave. L’inquinamento da petrolio provoca gravi conseguenze a livello di impatto ambientale, come l’intossicazione degli animali marini (nel Mare del Nord c’è un’alta concentrazione di merluzzi) oltre ad altri animali, uccelli che spesso nidificano in zona. L’emergenza per il petrolio in mare risulta drammaticamente simile ad altri casi di marea nera come quello della Louisiana.