Natale 2010: regole per una festa ecologica

Greenpeace propone alcune regole per fare in modo che il Natale 2010 possa essere a tutti gli effetti una festa ecologica rispettosa dell'ambiente

da , il

    natale 2010 festa ecologica

    Il Natale 2010 può essere una festa ecologica? Può esserlo seguendo alcune regole semplici, ma molto importanti per promuovere la sostenibilità ambientale anche in occasione delle tanto attese feste. In effetti non bisogna dimenticare che il rispetto dell’ambiente va portato avanti anche a partire da comportamenti ecocompatibili che si inseriscono nell’ambito di un contesto quotidiano. Un Natale green quindi, facile da mettere in atto in tutti gli aspetti che caratterizzano questa ricorrenza. A proporre questi consigli è Greenpeace in nome di una festa a basso impatto ambientale.

    Per il Natale 2010 Ikea propone l’albero che tutela l’ambiente. Acquistare un albero di questo genere potrebbe essere un buon inizio per un Natale in grado di promuovere la tutela ambientale. Ma possiamo fare molto di più, considerando che secondo una stima di Lifegate il Natale è una festa piuttosto inquinante. Per il nostro albero di Natale possiamo servirci dei rami di potatura degli abeti, invece di sacrificare degli alberi, mentre per gli addobbi non dobbiamo dimenticare la possibilità di ricorrere a delle luci con lampadine a basso consumo, per evitare gli sprechi di energia.

    Molto utili a favore dell’ambiente sono anche le decorazioni natalizie fai da te e lavoretti con cera riciclata. Per il cenone natalizio si può ricorrere al pesce azzurro, soggetto ad una pesca non illegale. I regali vanno scelti avendo cura di controllare che si tratti di prodotti, il cui processo di produzione non provochi danni ambientali.

    E chi volesse approfittare delle feste per una vacanza? A questo proposito si può optare per un turismo ecosostenibile, sia per ciò che concerne gli alberghi che per gli spostamenti, i quali dovrebbero essere messi in atto secondo i principi della mobilità sostenibile.