Meteorite in Russia: 950 feriti e un cratere di 6 metri di diametro [FOTO & VIDEO]

Il meteorite caduto in Russia ha provocato 950 feriti

da , il

    Il governatore della regione colpita dal meteorite in Russia ha riferito che ci sono 950 persone ferite. I dati e le informazioni che provengono dalla zona interessata dal disastro sono piuttosto allarmanti. Si parla di 3.000 edifici danneggiati: tra questi ci sono anche 34 ospedali e 361 scuole. Come hanno specificato gli esperti, le ferite sono state provocate dai vetri andati in frantumi a causa della forte onda d’urto determinata dalla disintegrazione del bolide, che è avvenuta a circa 30-50 chilometri di altezza nell’atmosfera.

    Le fonti ufficiali hanno chiarito che si è trattato di un oggetto celeste sporadico, non associabile ad una pioggia di meteoriti. Tra l’altro, sarebbe stato ritrovato un cratere di sei metri di diametro sul ghiaccio del lago Chebarkul.

    Qui sono stati trovati anche dei piccoli pezzi di roccia nera, di 0,5 – 1 centimetro: probabilmente provengono dalla roccia che si è schiantata nel cielo. Per evitare ulteriori pericoli, i militari hanno provveduto a bloccare l’intera zona.

    Per ragioni di sicurezza, è stata disposta la chiusura di scuole e di asili e il Ministero delle Emergenze ha messo in stato di allerta 20.000 uomini e tre velivoli. E’ intervenuto anche il presidente russo Vladimir Putin, che si è dichiarato preoccupato per la situazione.

    Inoltre, ha pesantemente criticato l’attuale sistema di monitoraggio, ritenendolo non del tutto efficace. Secondo il leader del Cremlino, dovrebbero essere prese delle maggiori misure per proteggere la popolazione, quando si verificano eventi di questo genere. In base a ciò che ha detto Vladimir Zhirinovsky, capo del partito liberal democratico, il tutto sarebbe da rapportare ad un test di armi americane.

    A dare la notizia in via ufficiale è stato il Ministero dell’Interno russo. Diversi feriti hanno avuto bisogno dell’assistenza medica, perché hanno riportato dei tagli determinati dai cristalli sulla loro pelle. Da fonti ufficiali russe è arrivata la conferma che il tutto è stato provocato da un oggetto nello spazio che si è disintegrato nella parte bassa dell’atmosfera.

    I frammenti hanno colpito anche sei città, che si trovano nella zona interessata dal fenomeno. In particolare ad essere coinvolto è il territorio della città di Satka. Il tutto si è verificato alle 9:20 dell’ora locale, che corrispondono alle 4:20 in Italia.

    Ci sono delle pattuglie della polizia, che stanno eseguendo delle apposite ispezioni, per verificare quali sono stati i danni agli edifici. Ci sarebbero state anche delle forti esplosioni, secondo ciò che hanno detto alcuni testimoni, i quali inizialmente avevano pensato che fosse esploso un aereo in volo.

    Sono andati in frantumi i vetri delle finestre di alcune case, anche se, secondo gli esperti, non ci sarebbe stato un innalzamento dei livelli delle radiazioni, i quali sarebbero rimasti contenuti nei parametri consueti.

    Si temeva anche per le installazioni energetiche negli Urali, ma a questo proposito è intervenuta l’agenzia russa per l’energia atomica, che ha specificato che non ci sono stati problemi.

    E’ crollato il tetto di una fabbrica di circa 6.000 metri quadri e si dispone anche di un video amatoriale, che è stato mandato in onda dalla televisione russa. Il filmato fa ben vedere l’oggetto che cade dal cielo, lasciando una coda bianca e un lampo intenso.

    Giovanni Bignami, presidente dell’Istituto Nazionale Astrofisica, ha commentato, spiegando che è molto raro che un meteorite come questo possa provocare dei feriti. Tuttavia questa volta è andato per il peggio. L’esperto si interroga sulla traiettoria del corpo celeste, il quale potrebbe essere passato, anche per pochi secondi, sull’Italia.

    E’ stato chiarito che non ci sono legami con l’asteroide che si appresta a sfiorare il nostro pianeta.