Metano auto: mappa distributori in Italia

da , il

    Quello delle auto a metano è un discorso ancora poco conosciuto in Italia. Viene spesso accomunato al GPL (specialmente per l’economicità del costo di rifornimento), il metano però è un’altra cosa. Se diventerà il futuro della carburazione questo non lo possiamo prevedere, sicuramente è una valida alternativa al petrolio. Se non fosse per alcune “leggende metropolitane” che circolano da tempi immemori e, onestamente, poca conoscenza collettiva in materia. Ma per chi possiede un veicolo a metano, il problema principale è sempre quello di trovare un distributore. E allora, eccovi una mappa che vi aiuterà.

    Prima di farvi avere le informazioni relative alla distribuzione di stazioni di servizio sul territorio italiano, vogliamo approfondire il discorso “metano” in sè. Sicuramente non gode della stessa popolarità della benzina, così come di gasolio e GPL (il quale ultimamente si sta espandendo sempre più in larga scala), però crediamo non sia una risorsa da sottovalutare. In Italia alcune regioni tentano di sollecitare l’utilizzo di questo carburante ecosostenibile, ad esempio la Lombardia ha lanciato degli incentivi in luglio. Ma sicuramente a frenare le intenzioni dei cittadini ci sono dei falsi miti da sfatare. Ecco quali sono e vi spieghiamo anche perchè:

    • Serbatoio nel bagagliaio: è il caso di dirlo. Praticamente tutti i modelli di automobili in commercio che hanno di serie l’alimentazione a gas metano accolgono le bombole nel sottoscocca del bagagliaio, come succede per il serbatoio della benzina. L’ingombro della bombola esiste solo per le automobili trasformate a metano o quelle di vecchio stampo, ma comunque sono state prodotte una varietà di bombole anche “salvaspazio”;
    • Parcheggi sotterranei: le auto a metano non hanno alcun vincolo di sorta. In poche parole possono essere parcheggiate ovunque, anche nei garage sotterranei. E’ ciò che prevede anche il Decreto 1 Febbraio 1986 del Ministero dell’Interno dove, al punto 10.6, si osserva che “il parcamento di autoveicoli alimentati a gas avente densità superiore a quella dell’aria, è consentito soltanto nei piani fuori terra non comunicanti con piani interrati“, dunque il gas metano non ha questo vincolo in quanto la densità è inferiore;
    • Tempi di rifornimento: le tempistiche di rifornimento differiscono di poco da quelle della benzina e molto (in positivo) da quelle per la ricarica delle auto elettriche. Delle credenze vogliono che ricaricare il serbatoio di metano faccia sprecare un sacco di tempo, ma in realtà non è così: in 3-4 minuti si fa il pieno. Considerando che con 14 euro attualmente si possono percorrere 400 km, forse ne vale la pena aspettare un minuto in più del dovuto!

    DISTRIBUTORI DI METANO IN ITALIA

    Innanzitutto va sottolineato che i distributori di gas metano in Italia esistono ma, purtroppo, non in maniera assolutamente capillare. Anche se bisogna dire che la tendenza è quella di favorire la crescita di un’energia alternativa a quella generata dal petrolio. L’attuale rete distributiva del metano vede una presenza molto buona di stazioni di servizio in particolar modo nelle seguenti regioni: Marche, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Toscana.

    MAPPA DELLE STAZIONI DI SERVIZIO

    Per fare rifornimento in tutta tranquillità quando siete per strada, per scoprire qual è il distributore più vicino a casa vostra, insieme ad altre informazioni decisamente utili, vi consigliamo di consultare il seguente sito internet: www.metanogpl.it. Qui troverete anche la mappa interattiva di Google per la localizzazione dell’area di servizio.