Marmellata fatta in casa: 10 ricette e consigli

Marmellata fatta in casa: 10 ricette e consigli
da in Alimentazione Sana, Alimenti Biologici, Cucina Naturale, Educazione Alimentare, Ricette Vegan, Ricette vegetariane, Vivere green
Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:14

    marmellata fatta in casa

    Sempre più persone preparano la marmellata fatta in casa, da gustare per la prima colazione o la merenda, evitando, così, quella del supermercato. Le marmellate sono gustosissime da assaporare su una fetta di pane caldo oppure sui biscotti, sulle fette tostate oppure per farcire i dolci, come crostate e torte fatte in casa. Insomma le marmellate sono un gusto da assaporare su qualsiasi cosa. Preparare una marmellata in casa non è un’abilità per tutti, ma con la giusta ricetta e il metodo corretto, non è difficile per nessuno. Vediamo alcune ricette e i consigli.

    contenitori marmellata

    Laviamo e puliamo una serie di vasetti di vetro a chiusura ermetica, all’interno dei quali verseremo la confettura pronta. I contenitori devono essere puliti, sterilizzati, asciutti e caldi. Per la sterilizzazione basta metterli in forno per 10 minuti a 150 gradi. Se, infatti, il vasetto fosse freddo e la marmellata bollente, allora il vetro rischia di esplodere. Ricordiamo, inoltre, di avere un tappo a chiusura ermetica per ogni vasetto.

    utensili marmellata

    Prepariamo delle etichette sulle quali andremo a riportare i dati della marmellata preparata, gli ingredienti, la data di preparazione e qualche decorazione a vostro piacimento. Servono anche una bilancia, un imbuto resistente al calore, cucchiai in legno o mestoli, un caramellometro, ovvero un termometro per lo zucchero di canna, che non deve superare i 105° per essere perfetto.

    cottura marmellata

    La cottura è una fase molto importante nella preparazione della marmellata. Ricordiamoci che, se lasciamo la marmellata troppo tempo sul fuoco, corriamo il rischio di farla diventare densa e collosa. Meglio controllare il colore e togliere la pentola dal fuoco, appena il composto inizia a scurirsi.

    conservazione marmellata

    Le marmellate fatte in casa dovrebbero essere consumate nel giro di un anno. Una volta aperto il vasetto della marmellata, bisogna prestare attenzione a conservarlo in frigorifero e consumarlo massimo entro 20 giorni. E’ bene guardare anche l’aspetto del vasetto. Se esso presenta un leggero rigonfiamento nella zona del tappo oppure se la marmellata è soggetta ad alterazioni di colore o alla formazione di muffe in superficie, bisogna buttare il vasetto, perché potrebbe contenere delle muffe tossiche o dei batteri pericolosi.

    marmellata mele

    Un sistema per fare delle ottime marmellate consiste nell’usare le mele, che contengono la pectina, sostanza molto utile nel preparare le marmellate. In questo caso bisogna utilizzare un chilo di frutta e metterla in una ciotola molto grande. Si aggiunge lo zucchero di canna (in genere 700 grammi), la scorza e il succo di un limone. Facciamo riposare tutto per una notte. Il giorno dopo mettiamo la frutta e lo sciroppo di zucchero che si sarà formato in una pentola, aggiungendo una mela con la buccia tagliata in quattro. Facciamo bollire per 30 minuti e schiacciamo la marmellata, in modo da togliere la buccia delle mele. Rimettiamo la purea nella pentola e facciamola bollire per altri 20 minuti. Poi versiamo la confettura nei barattolini.

    marmellata prugne

    Ecco gli ingredienti per la ricetta della marmellata di prugne: prugne (quantità a piacere), 600 gr di zucchero di canna per ogni chilo di prugne, il succo di mezzo limone. Laviamo e asciughiamo le prugne disponendole su un telo, se è possibile lasciamole mezz’ora al sole. Snoccioliamo e facciamo cuocere per 10 minuti nella pentola in acciaio, per ammorbidirle. Successivamente passiamole in un passaverdure, in modo che la polpa si separi dalla buccia. Uniamo lo zucchero alle prugne in baso al peso della polpa e il succo di limone. Facciamo cuocere il tutto a fiamma alta fin quando la marmellata aumenta di livello, abbassiamo il fuoco e mescoliamo di tanto in tanto. La marmellata sarà pronta quando una goccia fatta cadere sopra un piattino inclinato si rapprende subito scivolando a fatica. Riempiamo il vasetto con la confettura bollente lasciando 1 cm d’aria e chiudiamo subito ermeticamente, capovolgendolo e lasciandolo raffreddare.

    marmellata ciliegie

    Per preparare la marmellata di ciliegie ci servono: un chilo e mezzo di ciliegie, 300 grammi di zucchero di canna e un limone. Laviamo le ciliegie e snoccioliamole. Mettiamole in una ciotola con lo zucchero e il succo di limone. Lasciamo macerare per 6 ore. Facciamo cuocere il composto almeno per un’ora, mescolando in continuazione. Eliminiamo l’eventuale schiuma che si forma in superficie. Infine versiamo la marmellata nei barattoli sterilizzati. Scopri come coltivare le ciliegie

    marmellata fragole

    Per preparare la marmellata di fragole ci servono: un kg di questi frutti, un limone e 700 grammi di zucchero di canna. Laviamo le fragole togliendo il picciolo, facciamole bollire per 10 minuti insieme al succo di limone, lasciamole raffreddare e uniamo lo zucchero, che va mescolato fino a farlo sciogliere. Rimettiamo tutto in pentola e facciamo bollire per circa 45 minuti. Versiamo il composto ancora bollente nei vasetti sterilizzati e asciutti. 10 ricette vegan con le fragole

    marmellata arance

    Per la marmellata di arance ci servono: 6 arance, acqua e zucchero in proporzione al peso della frutta lavorata. Togliamo la scorza di 3 arance, tagliamola a striscioline e mettiamola da parte. Riduciamo a pezzi la polpa di tutte le arance. Mettiamola in una pentola unendola alla scorza. Copriamo con l’acqua e lasciamo tutto in infusione per alcune ore. Mettiamo il tegame sul fuoco e facciamo bollire per 15 minuti. Pesiamo il composto e aggiungiamo lo stesso peso in zucchero di canna. Mescoliamo lontano dal fuoco e facciamo sciogliere lo zucchero. Rimettiamo a bollire per circa un’ora a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto. Versiamo il composto ancora caldo nei vasetti di vetro sterilizzati.

    marmellata limoni

    Per la marmellata di limoni ci servono: 1 kg di limoni e 800 grammi di zucchero di canna. Sbucciamo i limoni, tagliamo la polpa a fettine sottili. Tagliamo a striscioline la buccia di 2 limoni, mettiamola dentro un pentolino con l’acqua e portiamo il tutto ad ebollizione. In una pentola versiamo lo zucchero, la polpa di limone e le bucce sbollentate. Aggiungiamo un po’ d’acqua e facciamo cuocere a fuoco medio per circa mezz’ora, mescolando. Quando la marmellata raggiunge la consistenza desiderata, versiamola nei barattoli a chiusura ermetica.

    1390

    PIÙ POPOLARI