Le stelle cadenti di sabato 8 ottobre: ecco tutti i dettagli per l’osservazione

Le stelle cadenti di sabato 8 ottobre: ecco tutti i dettagli per l’osservazione

Sabato 8 ottobre possiamo assistere ad uno spettacolo della natura: una pioggia di stelle cadenti

da in Conservazione ambiente, Impatto ambientale, Impatto Zero, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    stelle cadenti sabato 8 ottobre osservazione

    Chi vuole vedere le stelle cadenti di sabato 8 ottobre deve tenere in considerazione una serie di fattori, per vedere al meglio questo straordinario spettacolo della natura. Si tratta delle Draconidi, che altro non sono che i resti di una cometa ormai disgregata. A causa dell’attrito con l’atmosfera terrestre i granelli di sabbia emettono un bagliore intenso e suggestivo: le stelle cadenti. In Italia l’intensità maggiore del fenomeno celeste dovrebbe essere raggiunta tra le 21 e le 23. In ogni caso bisogna tenere conto di un eventuale inquinamento luminoso che non rende nitida la visione.

    Una delle meraviglie della natura visibili dal nostro pianeta. Per le stelle cadenti legate alle Draconidi esiste un punto radiante, il quale è costituito dalla costellazione del Drago. Quest’ultima può essere facilmente rintracciata nel cielo, guardando a circa metà strada tra Vega e il carro dell’Orsa Maggiore.

    Ma tutto ciò non vuol dire che per vedere la pioggia di stelle cadenti dobbiamo guardare solo in quel punto.

    Non va dimenticato inoltre che la luminosità delle meteore dipende dalla loro massa, dalla loro velocità di caduta e una certa influenza è data anche dalla distanza geometrica di colui che osserva. Per quanto riguarda le stelle cadenti di sabato 8 ottobre, se ne attendono 1000 ogni ora.

    L’universo è ricco di meraviglie, come la nascita delle stelle vista dall’incredibile parte interna di un disco di gas e polvere. Non tutti i fenomeni naturali sono visibili e osservabili. Ma stasera non ci resta che rivolgere il nostro sguardo verso l’alto e lasciarci prendere dalla magia di uno spettacolo che sicuramente non ci capita di vedere ogni giorno.

    358

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteImpatto ambientaleImpatto ZeroPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI