Le 10 regole della dieta vegana perfetta

Le regole della dieta vegana perfetta sono molto importanti. In particolare bisogna evitare le carenze di sostanze nutritive e occorre non esagerare con soia e seitan.

da , il

    regole della dieta vegana

    Quali sono le regole della dieta vegana perfetta? Sicuramente l’alimentazione vegan ha come pregio quello di non mancare di rispetto ai nostri amici animali. Occorre, però, rispettare alcuni principi fondamentali, perché questo regime alimentare non sia improvvisato, ma sia il frutto di una scelta consapevole. Vediamo quali sono le regole, alle quali fare riferimento nella dieta veg.

    Frutta e verdura biologica

    frutta e verdura biologica

    La dieta vegana implica il consumo di molta frutta e verdura. Dovremmo avere cura di acquistare prodotti biologici, in modo da non mangiare ortaggi che contengono sostanze nocive come fertilizzanti e pesticidi.

    Eliminare le uova

    uova

    Se vogliamo eliminare dalla nostra alimentazione anche le uova, non dobbiamo fare mancare al nostro organismo comunque la quantità di proteine di cui ha bisogno. Per questo, in sostituzione delle uova, possiamo aumentare le proteine di origine vegetale, come, ad esempio, quelle che ci forniscono i legumi.

    Tenere sotto controllo il ferro

    ferro

    La dieta vegana deve consentire al nostro corpo di disporre di tutte le sostanze nutritive, di cui necessita. Proprio per questo è sempre bene tenere d’occhio il livello del ferro, mangiando legumi, frutta secca, come albicocche, prugne e uvetta.

    Evitare la carenza di aminoacidi solforati

    aminoacidi solforati

    Senza la carne, il nostro corpo può andare incontro ad una carenza di aminoacidi solforati. Per questo è opportuno introdurre i cereali, almeno 6 porzioni al giorno.

    Consumare dei grassi

    grassi

    Al nostro corpo non devono mancare nemmeno i grassi che gli servono. La quantità giusta corrisponde a 3 porzioni di grassi al giorno. Per assicurarcene la giusta quantità, si può ricorrere ad un cucchiaio di olio d’oliva oppure ad un quarto di avocado.

    Non esagerare con soia e seitan

    soia seitan

    Non bisogna esagera con alcuni alimenti tipici della dieta vegana, come la soia e il seitan. Con il primo alimento rischiamo di mangiare troppe proteine. Nel secondo caso, invece, rischiamo di introdurre nel nostro organismo un’eccessiva quantità di glutine, non facilmente assimilabile.

    Soddisfare il fabbisogno di omega 3

    omega 3

    Se nella dieta vegana scegliamo di eliminare anche il pesce, bisogna comunque integrare il fabbisogno di acidi grassi omega 3, che svolgono funzioni benefiche per la nostra salute. Invece del pesce possiamo consumare noci e semi o olio di avocado o di oliva.

    Sostituire la carne

    sostituire la carne

    Per sostituire la carne e il fabbisogno di proteine di origine animale, possiamo ricorrere a quelle di origine vegetale. Ottimi da questo punto di vista sono i legumi, piselli, lenticchie o fave cotte.

    Evitare le carenze di calcio

    carenze di calcio

    Per evitare le carenze di calcio, non bisogna dimenticare di mangiare i prodotti della soia e i suoi derivati. Naturalmente il tutto senza esagerare, per non incorrere nell’errore opposto.

    Evitare le fritture

    fritture

    Anche il metodo di cottura può essere fondamentale, per assicurare il benessere fisico. Proprio per questo, nell’ambito di un regime alimentare sano, bisognerebbe evitare la frittura, ma preferire la cottura al forno o quella al vapore.