Le 10 migliori piante rampicanti per il giardino

Scopriamo quali sono le migliori piante rampicanti per il giardino. Dall'edera alla piombaggine, tutte le curiosità sugli arbusti più affascinanti.

da , il

    Quali sono le migliori piante rampicanti per il giardino? Queste piante sono molto particolari, perché i loro rami non hanno la capacità di sostenersi autonomamente e per questo motivo necessitano di sostegni adeguati. Vengono solitamente impiegate per delle decorazioni colorate e per creare siepi che adornano i giardini. Inoltre nel periodo estivo sono molto utili anche perché ci proteggono dall’afa, visto che sono in grado di creare delle zone d’ombra. Vediamo alcune di queste piante più interessanti.

    1. Passiflora

    La passiflora è una pianta molto bella e i suoi fiori la rendono adatta a scopi ornamentali. Le specie rampicanti presentano un fusto cavo all’interno, che è legnoso nelle piante con più anni e verde in quelle più giovani. Le foglie possono avere forme diverse a seconda delle specie.

    2. Gelsomino

    Il gelsomino è una pianta sempreverde, che può raggiungere anche l’altezza di 4 metri. Questa pianta preferisce maggiormente le temperature miti (in Italia cresce soprattutto nelle aree del centro e del sud), ma riesce ad adattarsi molto bene anche a diverse temperature e tipi di terreno.

    3. Pandorea

    La pandorea è una pianta rampicante capace di raggiungere l’altezza di 4 metri. Ha un fusto molto sottile e decisamente ramificato, con un colore verde intenso. Le foglie sono a forma di lancia e nella maggior parte dei casi hanno un colore verde scuro.

    Fiori invernali da esterno: i nomi e le immagini

    4. Parthenocissus tricuspidata

    Questa pianta ha delle foglie lisce e verdi nel corso dell’estate e di vari colori (con sfumature dal rosso al marrone) durante l’inverno. I rami possono raggiungere anche la lunghezza di 20 metri e risultano quindi molto utili anche per coprire le facciate di interi edifici.

    5. Edera

    L’edera ha un fusto molto sottile e flessibile. Le sue foglie hanno un picciolo davvero esteso e possono avere delle sfumature di colore verde differenti, a seconda delle specie. La pianta fiorisce tra settembre e ottobre.

    6. Bouganville

    Questa pianta può essere coltivata anche in aree aperte, ma esclusivamente nelle zone con un clima più caldo. Nel corso della stagione invernale bisognerebbe dare alla pianta una protezione adeguata, se si trova in giardino. La bouganville si può coltivare anche in vaso o in vasche da serra.

    7. Vite canadese

    La vite canadese non produce uva per la vinificazione e il suo uso è prevalentemente quello della decorazione di ambienti esterni. Le foglie hanno una forma tricuspide e il fusto può arrivare anche ad una lunghezza di 15 metri.

    10 piante che non hanno bisogno di luce

    8. Piombaggine

    Il fusto della piombaggine è molto sottile e semilegnoso, non raggiunge quasi mai un’altezza superiore ai 2 metri, anche se spesso sono le potature del periodo autunnale a non consentire uno sviluppo eccessivo della pianta.

    9. Clematide

    La maggior parte delle specie di questo genere presenta un fusto molto sottile e ha una produzione di viticci utilizzati come supporto per lo sviluppo della pianta sui muri. Le foglie sono solitamente di un colore verde intenso.

    10. Becco di pappagallo

    Questo arbusto sempreverde ha la caratteristica di arrivare anche ad un’altezza di oltre 4 metri. I fusti del becco di pappagallo si sviluppano solitamente in maniera molto tortuosa.