La protezione degli animali per le tigri indonesiane minacciate dalla deforestazione

Greenpeace denuncia che le tigri indonesiane sono in pericolo a causa della deforestazione

da , il

    È urgente la protezione degli animali per le tigri indonesiane minacciate dalla deforestazione. La causa di tutto è la distruzione del loro habitat naturale, che spinge gli animali in questione ad avvicinarsi maggiormente agli insediamenti umani. Qui rimangono vittime delle trappole che vengono predisposte per catturare i cinghiali. È questo ciò che ha spiegato Greenpeace, diffondendo a questo proposito un apposito video di denuncia sulla questione. Ad essere imputate sono alcune società che si occupano della produzione della carta usa e getta, senza tenere conto della sostenibilità ambientale.

    Ritorna anche il problema dei consumi spesso eccessivi di cui siamo protagonisti, senza prendere in considerazione l’impatto ambientale generato dai nostri comportamenti. Se consideriamo che, in tema di biodiversità, a volte l’estinzione è più veloce dell’evoluzione, ci accorgiamo come si tratta di una questione da non sottovalutare. In nome della biodiversità da tutelare dall’UE è stato lanciato un appello anche ai fan di Facebook, in modo da poter portare un’adeguata opera di sensibilizzazione ambientale.

    Il video shock di Greenpeace ha già fatto parlare molto di sé. Chiara Campione, responsabile della campagna Foreste di Greenpeace Italia, fa notare:

    Tutte le aziende che utilizzano carta certificata Pefc devono sapere che i loro prodotti potrebbero contenere fibre di cellulosa provenienti dall’area dove è morta una delle ultime 400 tigri di Sumatra. Investire nel futuro dell’industria della carta e dei giocattoli non può significare la condanna per le foreste e le tigri di Sumatra.

    E senza dubbio la certificazione forestale Pefc dovrebbe essere concessa con più attenzione, in quanto il marchio PEFC dovrebbe garantire la certificazione delle foreste gestite responsabilmente.