La protezione degli animali attraverso un videogioco contro l’abbandono

La protezione degli animali attraverso un videogioco contro l’abbandono

La protezione degli animali viene promossa attraverso un videogioco contro l'abbandono

da in Animali, Animali Domestici, Impatto ambientale, In Evidenza, Maltrattamento Animali, Protezione Animali
Ultimo aggiornamento:

    protezione animali videogioco abbandono

    La protezione degli animali viene promossa attraverso un videogioco contro l’abbandono. Si tratta di un’iniziativa portata avanti dalla Lega nazionale per la difesa del cane, in collaborazione con Nintendo. Il risultato del progetto consiste appunto in un videogame che permette di allenarsi in modo virtuale nello gestire tutto ciò che è connesso con il prendersi cura di un animale domestico. In questo modo, nel momento in cui ci si trova a voler mettere in atto l’adozione di un animale, si è più consapevoli. Da tutto ciò dovrebbe scaturire una riduzione dell’abbandono degli animali.

    Le vacanze d’estate portano all’abbandono degli animali, ecco perché ben presto si darà il via a “Io l’ho visto”, un’iniziativa che ha l’obiettivo della segnalazione degli animali abbandonati, in modo da salvarli, togliendoli dalle strade.

    Gli animali abbandonati in Italia sono circa 600.000 e si calcola che in media nei mesi estivi viene abbandonato un animale ogni due minuti. Nello specifico, sempre in tema di animali, in Italia viene abbandonato un gatto ogni 9 minuti.

    Recandosi presso uno dei canili individuati dalla Lega nazionale per la difesa del cane, si riceverà una Nintendo 3DS più un software Nintendogs+Cats, da utilizzare una settimana prima di scegliere di adottare un cane.

    D’altronde, come fanno notare i volontari della Lega nazionale:

    Adottare un cane o un gatto è un gesto nobile. Un atto di generosità, ma soprattutto una decisione importante, e come tale deve essere meditata attentamente e non derivare dallo slancio emotivo del momento, poiché un animale ha le sue esigenze e le sue necessità.

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali DomesticiImpatto ambientaleIn EvidenzaMaltrattamento AnimaliProtezione Animali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI