La lavatrice che lava senza acqua, un’idea per risparmiare

La lavatrice che lava senza acqua, un’idea per risparmiare
da in Acqua, Efficienza Energetica, Vivere green
Ultimo aggiornamento:

    orbit lavatrice che lava senza acqua

    Le innovazioni tecnologiche stanno facendo passi da gigante, soprattutto grazie al nuovo progetto della lavatrice che lava senza acqua. Un’idea innovativa, tipica per uno stile di vivere green e ideale per chi, magari per problemi di spazio, non può tenere una lavatrice in casa.

    Si chiama Orbit ed è la soluzione per chi predilige uno stile di vita ecologico, preferendo risparmiare il più possibile. La caratteristica principale della lavatrice è che non c’è bisogno che venga collegata al tubo dell’acqua, proprio perché non necessità dell’acqua per lavare. Per poter funzionare e combattere le macchie di sporco più ostinato dai nostri capi la particolare lavatrice che lava senz’acqua usa ghiaccio secco. La lavatrice è, inoltre, portatile, quindi l’ideale negli appartamenti di città in cui lo spazio è davvero minimo. Facile da usare e da riporre nel ripostiglio dopo l’utilizzo.

    La lavatrice ecologica che lava senza acqua, però, non è ancora disponibile nella vendita ma è ancora in fase di sperimentazione dal suo creatore, Elie Ahovi, che ha realizzato il progetto per la Electrolux. L’idea, per il momento, sembrerebbe allettante e molto probabilmente potrà diventare un’alternativa funzionale per le lavatrici domestiche.

    Oltre a compensare nello spazio minimo, la lavatrice Orbit è un ottimo prodotto per ridurre il consumo, sempre più sproporzionato, di acqua. Inoltre, il nuovo dispositivo non ha bisogno di detersivi, diventando ancora più ecosostenibile.

    Vi starete chiedendo come faccia a lavare senza acqua e senza neppure detersivi. Orbit funziona grazie a una reazione chimica del biossido di carbonio, nota anche come ghiaccio a secco, ovvero anidride carbonica allo stato solido.

    L’anidride carbonica, quando raggiunge una certa pressione si trasforma in forma gassosa e il getto della lavatrice, una volta raggiunta una velocità elevata, elimina lo sporco dai capi in lavaggio. La novità interessante è che il gas, dopo aver esaurito il potere pulente, si trasforma in ghiaccio secco tale da poter essere riciclato e riutilizzato per altri lavaggi.

    Una batteria circolare alimenta la lavatrice al cui interno è posizionato il cestello dove mettere i capi sporchi da lavare. La batteria si aziona creando un campo magnetico che sposta il cestello e lo attira verso di se. Quando la resistenza diminuisce, invece, il cestello cade e con questi movimenti, dal basso all’alto e da un punto all’altro, permette di lavare i capi e asciugarli, interamente.

    L’unico problema è che per funzionare la lavatrice che lava senz’acqua, ha bisogno di un alto consumo energetico per ricaricare la batteria e altrettanto consumo per raffreddare il cestello, per trasformare il gas prodotto in ghiaccio secco. Non sarebbe del tutto chiaro, inoltre, se il campo magnetico che dovrebbe mettere in movimento il cestello sia realmente sufficiente. Altrettanto preoccupante è l’emissione del gas, ovvero se possa danneggiare, tra un lavaggio e l’altro la lavatrice stessa oppure se possa disperdersi nell’ambiente e causare pericolo nelle abitazioni.

    Foto da Pinterest

    539

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcquaEfficienza EnergeticaVivere green
    PIÙ POPOLARI