La Fiera della Sostenibilità 2011 all’insegna dello sviluppo ambientale

La Fiera della Sostenibilità 2011 si svolgerà a Fano dal 16 al 18 settembre all'insegna dello sviluppo ambientale

da , il

    fiera della sostenibilita 2011 sviluppo ambientale

    La Fiera della Sostenibilità 2011 si svolgerà all’insegna dello sviluppo ambientale. L’evento avrà luogo a Fano tra il 16 e il 18 settembre e in questa edizione il tema principale è costituito dal “Nutrimento per il corpo, la mente e lo spirito”. In sostanza l’attenzione di tutti sarà indirizzata a mettere in luce quegli elementi che possono svolgere un ruolo fondamentale nel fare in modo che l’uomo diventi sano e felice. Una questione, il cui obiettivo quindi si rivela piuttosto ambizioso da portare avanti, ma che va affrontata in vista della costruzione di un mondo più vivibile.

    Una riflessione da più punti di vista sulle possibilità di sviluppo sociale, economico ed ecologico, in modo da promuovere la cultura del rispetto dell’ambiente attraverso la messa in atto di pratiche ecocompatibili. In sostanza un’occasione per fare il punto, in termini di impatto ambientale, su regole e definizioni per vivere a impatto zero. Molto interessante a questo proposito sarà l’inaugurazione della fiera, nell’ambito della quale verrà offerta una degustazione di prodotti biologici a chilometri zero, dimostrando quanto sia importante la valorizzazione e il ricorso ai prodotti del territorio locale, per la salvaguardia dell’ambiente.

    Occorrono la collaborazione collettiva e una buona dose di impegno ecoresponsabile per poter procedere ad un’azione efficace di tutela ambientale. Infatti l’impatto ambientale e gli sprechi possono essere considerati veri effetti collaterali della pigrizia, che porta a non seguire, anche nella vita quotidiana, comportamenti ecosostenibili.

    I convegni, gli stand dedicati alle esposizioni, le conferenze e i laboratori vogliono portare avanti un’adeguata opera di sensibilizzazione ambientale. Le minori emissioni di CO2 e l’impatto ambientale ridotto non possono essere solo merito della crisi.