Incentivi elettrodomestici: come richiederli

Incentivi elettrodomestici: come richiederli

Dal 15 Aprile al 31 Dicembre i consumatori possono usufruire degli incentivi statali per l'acquisto di elettrodomestici

da in Ecoincentivi, Ecoincentivi Elettrodomestici, Ecoincentivi Statali, Efficienza Energetica, Primo Piano, Risparmio Energetico
Ultimo aggiornamento:

    incentivi elettrodomestici

    A disposizione dei consumatori ci sono degli incentivi per gli elettrodomestici. Un’opportunità che è opportuno sfruttare, conoscendo tutti i punti di riferimento essenziali che servono a richiedere gli incentivi. Questi ultimi sono stati messi a disposizione dallo Stato a partire dal 15 Aprile fino al 31 Dicembre, anche se bisogna tenere in considerazione che il limite di ottenimento dei benefici corrisponde all’esaurimento degli importi stabiliti per ogni genere di prodotto. Un’occasione per sostituire i vecchi elettrodomestici con dei nuovi più efficienti.

    Si tratta naturalmente anche di un’opportunità per acquistare elettrodomestici nuovi in grado di favorire forme di risparmio di energia per ridurre la bolletta e per agire a vantaggio della sostenibilità ambientale. Vediamo quali sono i tipi di elettrodomestici per i quali le famiglie che ne fanno richiesta possono ottenere gli incentivi.


    ELETTRODOMESTICI PER OTTENERE GLI INCENTIVI

    Ecco le tipologie di elettrodomestici, per i quali sono previsti gli incentivi per i consumatori:

    • Cucine componibili: devono essere corredate da almeno due 2 elettrodomestici ad alta efficienza energetica. Il contributo ammonta al 10% del costo, fino ad un massimo di 1.000 euro.
    • incentivi elettrodomestici cucina componibile

    • Lavastoviglie di classe AAA: contributo pari al 20% del prezzo, fino a un massimo di 130 euro.
    • incentivi elettrodomestici lavastoviglie

    • Forni elettrici di classe A: incentivo che ammonta al 20% del costo fino ad un massimo di 80 euro.
    • incentivi elettrodomestici forno elettrico

    • Piani cottura a gas con valvola di sicurezza: contributo del 20% fino ad 80 euro.
    • incentivi elettrodomestici piano cottura

    • Cucine a libera installazione: in questo caso le cucine dovrebbero avere un piano di cottura a gas che presenti una valvola di sicurezza e forni elettrici di classe A. Anche in questo caso il contributo è del 20% fino ad 80 euro.
    • Cappe climatizzate: gli incentivi corrispondono al 20% del prezzo di acquisto, fino al limite di 500 euro.
    • incentivi elettrodomestici cappa

    COME RICHIEDERE GLI INCENTIVI PER GLI ELETTRODOMESTICI

    Per poter usufruire dei contributi per l’acquisto degli elettrodomestici, basta seguire alcuni semplici passi. Ecco quali sono:

    • Venditori elettrodomestici: recarsi presso un venditore che ha deciso di partecipare all’iniziativa.
    • Documenti per gli incentivi: mostrare un documento di riconoscimento e il codice fiscale.
    • Sconto sugli elettrodomestici: il venditore praticherà lo sconto sul prezzo dell’elettrodomestico scelto per una percentuale pari a quella prevista dalle agevolazioni economiche relative al tipo di prodotto.
    • Rimborso del contributo: il venditore metterà in atto la procedura per ottenere il rimborso del contributo pari allo sconto praticato all’acquirente.

    604

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EcoincentiviEcoincentivi ElettrodomesticiEcoincentivi StataliEfficienza EnergeticaPrimo PianoRisparmio Energetico Ultimo aggiornamento: Giovedì 21/10/2010 18:38
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI