Impianti fotovoltaici gratis con le ESCO

Impianti fotovoltaici gratis con le ESCO

Si possono installare dei pannelli fotovoltaici gratis? Esistono diverse possibilità interessanti

    impianti fotovoltaici gratis esco

    Gli impianti fotovoltaici gratis si possono ottenere grazie alle ESCO. Ma di cosa si tratta precisamente? Le ESCO (acronimo di Energy Service Company) sono delle società di servizi energetici che operano sia nel settore pubblico che in quello privato per la creazione di impianti di energia senza troppi costi per l’utente. L’attività di queste compagnie di servizi vanno dalla definizione del progetto iniziale, fino alla realizzazione concreta dell’impianto energetico. Tutto ciò consente di avere a disposizione un notevole risparmio energetico in modo semplice, anche nel caso degli impianti fotovoltaici, senza che l’utente abbia costi eccessivi o rischi legati alla realizzazione dell’impianto.

    Ci sono molte possibilità per gli utenti che vogliono rivolgersi agli incentivi per il fotovoltaico 2013 previsti dal Quinto Conto Energia. Ma le ESCO possono rappresentare un’ottima alternativa.

    Le ESCO sono nate nei primi anni ’80 negli Stati Uniti e sono arrivate anche in Italia grazie alla direttiva europea 20-20-20 2006/32/CE, recepita nel nostro Paese con il decreto legislativo 115/2008.

    Si tratta di società che possono essere di diverso tipo. Possono essere delle società che si occupano di gestire ed effettuare la manutenzione degli impianti, come quelli relativi ai pannelli fotovoltaici, di fornitori di apparecchiature e componenti, di società che si occupano di creare un impianto o di agenzie pubbliche.

    Secondo la normativa italiana, una ESCO è una persona, fisica o giuridica, che “fornisce servizi energetici ovvero altre misure di miglioramento dell’efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell’utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario”.

    E’ questa la definizione precisa, che presuppone appunto una mancanza di costi e di rischi per l’utente finale. Il costo che l’ESCO affronta infatti viene recuperato grazie al risparmio ottenuto grazie all’effettiva realizzazione del progetto, che prevede la messa a punto, ad esempio, di impianti fotovoltaici.

    Alla società energetica infatti andrà come corrispettivo economico la differenza tra la bolletta dell’energia prima dell’intervento e dopo la realizzazione dell’impianto.

    Naturalmente si tratta di un profitto che l’ESCO otterrà fino alla fine del periodo di tempo stabilito in precedenza e può avvenire in parte o totalmente.

    Se non volete rivolgervi ai pannelli fotovoltaici fai da te, le ESCO rappresentano una valida alternativa. Sono diverse le fasi che possono essere svolte da una ESCO. Si inizia con la diagnosi energetica degli edifici o degli impianti. Le prime operazioni prevedono una fase di studio e di analisi delle soluzioni migliori per il cliente, in base alla situazione specifica.

    Poi si realizza un progetto con le specifiche tecniche, si trovano i capitali per effettuare l’investimento e successivamente si può iniziare la fase di realizzazione del progetto.

    Dopo viene effettuato un monitoraggio costante dell’impianto realizzato, tenendo sotto controllo consumi, prestazioni e costi. Le fasi finali prevedono anche la gestione e la manutenzione degli impianti realizzati dalla società.

    Per mettere a punto un progetto di questo tipo bisogna rivolgersi ad una delle ESCO presenti nel territorio italiano. Ricordiamoci comunque che, per definizione, le ESCO possono essere società ed enti diversi tra di loro, quindi è sempre meglio informarsi in modo chiaro in precedenza, in base alle nostre esigenze.

    Foto di Elisabetta_81

    674

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Finanziamenti FotovoltaicoFotovoltaicoImpianti FotovoltaiciPannelli FotovoltaiciRisparmio EnergeticoSviluppo Sostenibile
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI