Impatto ambientale: negli Stati Uniti soldi a chi si trasferisce per lavoro

Impatto ambientale: negli Stati Uniti soldi a chi si trasferisce per lavoro

Il Washington DC ha deciso di offrire un contributo economico a chi decide di trasferirsi vicino al luogo di lavoro

da in Emissioni, Impatto ambientale, Impatto Zero, Inquinamento Ambientale, Sostenibilità Ambientale
Ultimo aggiornamento:

    impatto ambientale stati uniti soldi lavoro

    In vista di un ridotto impatto ambientale, negli Stati Uniti si è deciso di dare dei soldi a chi si trasferisce per lavoro. Che cosa vuol dire esattamente? In sostanza chi decide di trasferirsi in un luogo vicino a quello di lavoro può beneficiare di un contributo economico. L’obiettivo è quello di ridurre i trasporti, il traffico e soprattutto l’uso delle automobili, tutti fattori che rendono ancora più difficile la già complessa questione dell’inquinamento dell’aria. L’iniziativa a favore dell’ambiente è stata ideata nel Washington DC in base al programma “Live Near Your Work”.

    Un basso impatto ambientale è realizzabile stabilendo definizioni e regole per vivere a impatto zero. In alternativa si possono attuare azioni di sensibilizzazione ambientale, che spingano alla messa in atto di comportamenti ecosostenibili. In tutto saranno distribuiti 200.000 dollari fra tutti gli impiegati che andranno ad abitare ad una distanza compresa fra le due miglia dal luogo di lavoro o ad un miglio da una stazione della metropolitana. Un incentivo a ridurre le emissioni di anidride carbonica.

    D’altronde la questione non va sottovalutata, visto che si calcola che l’inquinamento e le emissioni nocive saranno in crescita dal 2012.

    Una soluzione è necessaria. C’è anche chi ha proposto di abbassare i limiti di velocità per tagliare emissioni e inquinamento. L’incentivo economico potrebbe essere una buona idea, anche per abbandonare abitudini che non si conciliano con la sostenibilità ambientale.

    Naturalmente una particolare attenzione va rivolta all’efficienza dei mezzi pubblici, altrimenti si corre il rischio di non riuscire ad ottenere l’effetto sperato di una mobilità a zero emissioni.

    344

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EmissioniImpatto ambientaleImpatto ZeroInquinamento AmbientaleSostenibilità Ambientale
    PIÙ POPOLARI