Impatto ambientale: ecco il vaso biodegradabile

È stato realizzato un vaso a basso impatto ambientale

da , il

    impatto ambientale vaso biodegradabile

    In nome di un ridotto impatto ambientale ecco che arriva il vaso biodegradabile. Si tratta di Vipot, un contenitore costituito con gli scarti del riso e che si rivela completamente a basso impatto ambientale. È stato presentato nel corso di Euroflora 2011 e si tratta di un’idea veramente eccezionale che gli amanti del giardinaggio non possono perdere. Il vaso ecocompatibile è stato realizzato grazie ad un’azienda di Treviso nel bergamasco e si configura come una soluzione utile per rimediare all’inquinamento ambientale da più punti di vista. Non è solo questione di non usare la plastica.

    Bisogna ricordare infatti che questo vaso particolare è messo a punto usando la lolla di riso. Quest’ultima costituisce un sottoprodotto che si ottiene della raffinazione del riso. Fino ad ora la lolla di riso è stato considerato soltanto un rifiuto da gettare via e tra l’altro ha creato dei grossi problemi, perché il suo smaltimento è particolarmente difficile. Adesso invece questo prodotto può essere sottoposto ad una vera e propria opera di riciclo a favore della conservazione ambientale.

    In attesa che la plastica ecologica diventi una realtà, il vaso di riso è davvero molto utile e potrebbe rientrare perfettamente fra i consigli utili per coltivare “green” nell’ambito di un tipo di giardinaggio sostenibile. Inoltre il vaso ecosostenibile è realizzato con l’unione di amalgami naturali, in modo che sia resistente, anche senza la necessità di utilizzare processi chimici, che inquinano e determinano un grande spreco di energia.

    Visto che in tema di agricoltura biologica nel tempo libero gli Italiani si dedicano sempre più all’orto fai da te, è opportuno tenere presente questo tipo di vaso green.