Il momentaneo fermo pesca nel mar Adriatico spaventa le associazioni del settore ittico

Il momentaneo fermo pesca nel mar Adriatico spaventa le associazioni del settore ittico

Il fermo pesca nel mare Adriatico spaventa molto: il mare in Italia è un tema molto sentito e, se vanno tutelati gli animali marini e i fondali marini, d’altra parte la pesca in mare e soprattutto la pesca nell’Adriatico è necessario a molte attività ittiche per sopravvivere

da in Animali, Animali Selvatici, Conservazione ambiente, Tutela Ambientale, Monitoraggio ambientale
Ultimo aggiornamento:

    fermo pesca mar adriatico

    È solo momentaneo il fermo pesca ora attuato nel mare Adriatico, ma nonostante questo le associazioni ittiche sono ugualmente preoccupate: dopo il principale mare d’Italia, infatti, sarà la volta dello Ionio e del Tirreno. Il blocco, in linea con le disposizioni europee, serve soprattutto a dare modo alla popolazione marina di ripopolarsi.

    Se la pesca nell’Adriatico sarà bloccata fino al 30 settembre, il tratto successivo vedrà lo stop imposto fino alla fine di ottobre.

    Per continuare nella strategia di tutela dell’ambiente e nella crescita degli animali marini, però, il ritorno alla pesca in mare sarà molto graduale: non si potrà, ad esempio, pescare nel week-end nelle otto settimane successive. Se i rischi per i fondali marini e per gli animali del mare sono così scongiurati, lo stesso non si può dire per le nostre tavole -dove potremmo trovare non un fresco pesce di mare, bensì surgelato o non proveniente dal nostro bel mare italiano- e per i lavoratori, per i quali i sindacati richiedono un incontro con il Governo per prevedere sostegni e agevolazioni.

    238

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali SelvaticiConservazione ambienteTutela AmbientaleMonitoraggio ambientale
    PIÙ POPOLARI