Green check-up: Fiat controlla auto gratis per l’ambiente

Sensazionale! Fiat spalanca le porte delle concessionarie e autofficine della propria rete per l'iniziativa "Green Check-up"

da , il

    Green Check-up FIAT

    Una notizia che non potevamo farci sfuggire. Soprattutto per premiare i nostri lettori che possiedono un’auto. Del gruppo Fiat! Per la gioia di coloro che non amano aprire spesso il portafogli (specialmente quando si tratta di meccanici), ecco una splendida iniziativa: la casa automobilistica Fiat il 22 aprile e fino al 30 giugno, apre nuovamente le porte allo straordinario programma “Green Check-Up“. Si tratta del progetto di Fiat volto alla manutenzione e al controllo delle autovetture del proprio marchio, al fine di garantire l’efficienza del veicolo e, per quanto possibile, ridurre l’impatto ambientale che queste provocano.

    Come fare per sottoporre la propria automobile al Check-Up gratuito? Semplice: basta recarsi presso un concessionario o un’officina della rete assistenza Fiat, Lancia e Alfa Romeo. Il veicolo verrà sottoposto a monitoraggio, tramite i cinque controlli specifici previsti sia all’impianto di carburazione sia ad altre componenti che possono influenzare l’impatto negativo con l’ambiente (sistema di accensione, impianto di scarico, candele, filtro abitacolo, filtro dell’impianto d’aerazione, filtro dell’aria e pneumatici).

    Considerando che questa verifica viene fatta dal gruppo Fiat in maniera completamente gratuita, qui parliamo di vera e propria manna dal cielo! Inoltre, sono previste condizioni vantaggiose in caso di riparazione dei difetti oppure sostituzioni dei pezzi (ad esempio, per il filtro abitacolo Fiat propone uno sconto del 20%: proprio niente male). Ma quello che più può fare gola è il concorso “Controlla e Vinci” collegato all’iniziativa: in palio una Fiat Panda 1.2 GPL (estrazione al 15 settembre 2010). Anche se, a dire la verità, a noi di Ecoo sta più a cuore l’idea che ognuno dei partecipanti all’iniziativa possa contribuire alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica fino ad un discreto -5%.

    Immagine tratta da:

    greencheckup.fiatgroup.com