Ginepro: uso e proprietà benefiche

da , il

    Il ginepro, di ampio uso e dalle mille proprietà benefiche, è un arbusto molto diffuso nel nostro Paese, che cresce in maniera spontanea in vari continenti, fra i quali l’Europa, l’Africa, l’America e l’Asia. Poiché si adatta molto bene ai climi temperati, che tendono al freddo, riesce a svilupparsi molto bene anche ad una certa altezza, fino ai 1500 metri. Del ginepro si utilizzano a scopo curativo soprattutto le bacche, da cui si possono ricavare infusi, tisane e un ottimo olio essenziale. Fin dai tempi più antichi il ginepro veniva utilizzato come rimedio per i reumatismi, per favorire la digestione e per il trattamento delle infezioni delle vie respiratorie.

    Combatte le infezioni delle vie respiratorie

    Il ginepro si può utilizzare per trattare le infezioni che interessano le vie respiratorie e che si possono contrarre in seguito ai malanni tipici della stagione invernale. Gli infusi di ginepro si adattano molto bene a curare tutti quei disturbi che riguardano i bronchi. In particolare hanno un effetto sedativo nei confronti della tosse e svolgerebbero anche un’azione battericida.

    Combatte i reumatismi

    L’olio essenziale di ginepro viene utilizzato in applicazione topica, attraverso dei massaggi, per combattere i dolori reumatici tipici dei muscoli e delle articolazioni. L’olio essenziale aiuta a distendere i muscoli, i nervi e riesce ad agire anche contro i fastidiosi crampi che possono interessare alcune parti del corpo. L’olio essenziale di ginepro è molto adatto anche per effettuare massaggi rilassanti, soprattutto se si usa insieme all’olio di mandorle o a quello di jojoba.

    Stimola la diuresi

    I principi attivi delle bacche di ginepro hanno un effetto diuretico, riuscendo a stimolare le funzioni dei reni e la produzione di urina, ideale anche per depurare il corpo. Non è, però, questo un uso che può essere lasciato al fai da te. Tutto deve rientrare nell’ambito dello stretto controllo medico, specialmente se si soffre di insufficienza renale o di calcoli, condizioni per le quali il ricorso alle bacche di ginepro è altamente sconsigliato.

    10 diuretici naturali per tornare in forma

    Favorisce la digestione

    Le sostanze contenute nel ginepro aiutano la scomposizione del cibo e si rivelano importanti contro l’intestino pigro. Proprio le tisane a base di ginepro vengono da sempre utilizzate per favorire la digestione, perché permettono di rendere più rapido il transito intestinale. Per prevenire i bruciori di stomaco e il meteorismo, si può assumere anche il macerato di ginepro. Quest’ultimo è molto facile da preparare: si lasciano macerare per 2 settimane 10 grammi di bacche schiacciate in un litro di vino bianco, aggiungendo anche delle scorze di limone. Il composto ottenuto si deve assumere dopo i pasti principali.

    Purifica la pelle

    Il ginepro ha anche un effetto antisettico. Ecco perché viene spesso utilizzato come componente essenziale di alcune creme per la pelle, che ne regolano le funzioni, combattendo gli eczemi e purificando la cute, anche per combattere i fastidiosi effetti dell’acne.

    10 rimedi naturali per purificare la pelle