Geotermico a Imola grazie a Geo-Net

Geo-Net porta l'energia geotermica ad Imola

da , il

    geotermia perforazione

    Tra le energie rinnovabili è quella meno conosciuta, ma non significa che sia la meno importante. Infatti, questo genere di energia trae origine dalla terra: parliamo ovviamente dell’energia geotermica a bassa entalpia. A Imola, nota località dell’Emilia-Romagna, esiste un’azienda che sfrutta questo tipo di risorsa: il suo nome è Geo-Net (www.geo-net.it) e si occupa da anni della costruzione di impianti geotermici capaci di estrarre la temperatura dal sottosuolo per trasportarla nelle case degli italiani, per regalare frescura d’estate e calore avvolgente d’inverno.

    L’idea di portare l’energia geotermica ad Imola è stata del geologo Gabriele Cesari, co-fondatore di Geo-Net. Spiega così le sue motivazioni: “La mia vocazione mi attira verso nuove tecnologie legate alla mia professione nel 2006 andai a Bolzano dove avevano appena costruito un impianto di climatizzazione geotermica, allora era una tecnologia già diffusa in Europa che stava cominciando a fare capolino in Italia, soprattutto nel nord. Lì ho scoperto questo sistema semplice per riscaldare e rinfrescare un’abitazione senza dover utilizzare gas che percorre migliaia di chilometri attraverso i gasdotti. Dopo quella visita mi interessai all’argomento ed in soli tre mesi abbiamo acquistato le macchine per installare questi impianti“.

    Cesari spiega inoltre come funziona questo particolare tipo di energia pulita: “Per sfruttare lo scambio termico naturale del terreno bisogna installare delle sonde geotermiche verticali nel sottosuolo a circa 55-200 metri di profondità, per fare questo bisogna inanzi tutto partire da un’analisi geologica dell’area dove andremo ad operare per comprendere le caratteristiche del terreno e per non turbare l’equilibrio naturale del sottosuolo ad esempio rischiando di perforare un falda. All’interno della perforazione di circa quindici centimetri di diametro vengono installate le sonde geotermiche che sono costituite da uno o due circuiti chiusi formati da tubi in polietilene“.

    E’ inoltre positivo sapere che, per chi è intenzionato ad avvicinarsi al mondo dell’energia geotermica, che è in grado di abbattere i costi del riscaldamento fino al 50%. Quindi, non bisogna farsi impressionare dagli elevati costi per ciascun impianto, perchè in fin dei conti si parla di investimento. E come tale, a lungo rendere, porterà solo vantaggi economici.

    Immagine tratta da:

    sabatoseraonline.it