Gas serra: scoperto il batterio che li eliminerà

Gas serra: scoperto il batterio che li eliminerà

Un batterio, che banchetta con metano e propano, potrebbe cambiare le sorti della Terra

da in Effetto Serra, Impatto ambientale, Riscaldamento Globale
Ultimo aggiornamento:

    gas serra

    Si torna a parlare di gas serra in questi giorni e della recente scoperta di un batterio che potrebbe eliminarli. Il Methylocella silvestris,questo il suo nome, in grado di nutrirsi di gas naturali, potrebbe davvero tornare utile in termini di riduzione dell’inquinamento ambientale sia frenando il riscaldamento globale sia usandolo per assorbire le perdite di origine naturale o artificiali.

    Lo afferma uno studio scientifico, condotto da alcuni ricercatori dell’University of East Anglia, nel Regno Unito, in un articolo pubblicato sulla rivista Nature, il 28 Aprile scorso. Lo studio ha identificato un singolo ceppo batterico in grado di metabolizzare vari composti del gas naturale, come il metano, un potente gas ad effetto serra, ed il propano. Questo ceppo batterico si trova comunemente in torba, tundra e suoli forestali del Nord Europa, sebbene la sua presenza sia stata documentata anche nella comunità microbica che si è formata a seguito del disastro della Deepwater Horizon del 2010, con conseguente fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico. Hanno poi misurato la sua capacità di crescere sul metano e altri gas.

    deepwater horizon  foto di SkyTruth
    All’inizio si pensava che la capacità di metabolizzare il metano ed altri alcani gassosi fosse di diversi gruppi di batteri. Il Prof. Colin Murrel, dal Dipartimento di Scienze Ambientali della UEA, ha spiegato efficacemente il meccanismo con cui agirebbe il microbo.

    Il gas naturale contiene metano, butano, propano ed etano ed il Methylocella silvestris ha la capacità di crescere sia su metano che su propano allo stesso modo perchè contiene due straordinari sistemi enzimatici che utilizza per sfruttare entrambi i gas in una sola volta. Questo risultato sarebbe di estrema importanza per gli ambienti esposti a gas naturale naturalmente o attraverso le attività dell’uomo, svolgendo un ruolo importante nel mitigare gli effetti del metano e di altri gas prima che abbiamo la possibilità di raggiungere l’atmosfera.

    foto di Ondablv
    Questi risultati, ha aggiunto Colin Murrel, potrebbero essere utili per una corretta gestione del suolo, soprattutto per quelle zone in cui vengono rilasciati elevati livelli di gas nocivi e che potrebbero beneficiare di un ambiente ricco di questi microbi, che vivono naturalmente nel sottosuolo. Il metano, continua, è un potente gas serra che viene rilasciato da fonti naturali come le zone umide, nonché da attività umane, tra cui la gestione dei rifiuti, le industrie del petrolio e del gas, gli sversamenti accidentali, la produzione di riso e di allevamento del bestiame. Globalmente si stima che oltre la metà delle emissioni di metano sia dovuta all’uomo. L’effetto del metano sul riscaldamento globale è più di 20 volte superiore a quello che l’ anidride carbonica ha avuto sull’ambiente nell’arco di 100 anni, quindi è assolutamente importante capire come poter intervenire prima che il metano venga rilasciato nell’atmosfera.

    573

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Effetto SerraImpatto ambientaleRiscaldamento Globale
    PIÙ POPOLARI