Gas serra: le spezie aiutano a ridurli

Gas serra: le spezie aiutano a ridurli

Lo sapevate che le spezie sono capaci di uccidere i batteri cattivi che si riproducono nell'intestino animale e sono un ottimo alleato contro le emissioni di gas serra? La scoperta arriva dalla Gran Bretagna ed è molto interessante

da in Effetto Serra, Emissioni, Gas serra, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Piante di spezie

    E’ proprio così: pare infatti che le piante di spezie siano capaci di contrastare l’effetto serra. Una spruzzata di zenzero, ma anche un tocco di cumino e una spolverata di curcuma potrebbero infatti essere la chiave per ridurre i gas serra prodotti dagli animali da allevamento! La scoperta, condotta da ricercatori inglesi dell’ateneo di New Castle, la rivela uno studio pubblicato sulla rivista “Asian-Australasian Journal of Animal Sciences 2010“. Insomma, queste piante non donerebbero solo un tocco di gusto medio-orientale, ma sarebbero in grado di neutralizzare il metano prodotto dall’intestino animale.

    Sarebbe carino spiegarvi come l’azione delle spezie neutralizzi i gas serra, ma non ne abbiamo le competenze scientifiche. Possiamo però spiegarvi grosso modo come ciò avviene: le spezie vanno interpretate come fossero degli antibiotici, capaci di uccidere i batteri nocivi che abitano nell’intestino dei bovini e trascurando invece i batteri benigni. E’ stato analizzato che la spezia più efficace per combattere i gas serra animali sia il coriandolo: riduce le emissioni del 40%!

    Infine riportiamo una delle dichiarazioni degli esperti britannici: “Le spezie sono state a lungo utilizzate in modo sicuro dagli umani per uccidere i batteri e trattare una serie di disturbi.

    I semi di coriandolo, per esempio, vengono spesso prescritti per le patologie dello stomaco, mentre la curcuma e chiodi di garofano sono forti antisettici”.

    272

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Effetto SerraEmissioniGas serraPrimo Piano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI