Energie rinnovabili: Siemens auspica 2.000 nuovi posti di lavoro in un anno

Siemens, uno dei principali operatori del comparto delle energie rinnovabili d'Europa, ha dichiarato di voler incrementare di circa due mila unità le proprie risorse umane, sfruttando i passi in avanti da compiere dell'industria eco-energetica, al fine di soddisfare al meglio la crescente domanda in fase di formazione per l'energia pulita nel vecchio Continente

da , il

    Energie rinnovabili

    Siemens, uno dei principali operatori del comparto delle energie rinnovabili d’Europa, ha dichiarato di voler incrementare di circa due mila unità le proprie risorse umane, sfruttando i passi in avanti da compiere dell’industria eco-energetica, al fine di soddisfare al meglio la crescente domanda in fase di formazione per l’energia pulita nel vecchio Continente.

    Siemens ha dichiarato in proposito di aver investito centinaia di milioni di euro nell’energia eolica da quando – nel 2004 – ha effettuato il primo ingresso ufficiale del comparto, con assunzioni pari a 800 unità nel solo anno iniziale di presenza, e per un ammontare della forza lavoro di oltre 7.000 unità al giorno d’oggi.

    Siemens ha altresì affermato di aver ottenuto ordinativi record durante il 2010, con l’obiettivo dichiarato – ha affermato l’amministratore delegato della divisione per le energie rinnovabili, Rene Umlauft – di crescere in doppia cifra anche nell’attuale esercizio finanziario.

    La compagnia, ha infine precisato lo stesso manager, vuol divenire uno dei tre principali produttori di componenti per l’energia eolica entro il 2012. Anche per questo scopo, sono già più che triplicati i fondi stanziati per la ricerca e lo sviluppo del segmento eolico durante gli ultimi due anni.