Energie rinnovabili: nelle Marche il futuro si chiama geotermia

Il settore geotermico racimola terreno e consensi, tanto che nella regione Marche si punta proprio a quello nel futuro

da , il

    geotermia

    La regione Marche nel suo futuro vede le energie rinnovabili. C’è da stupirsi? Assolutamente no. Specialmente se tra queste fonti ecologiche viene messa in primo piano la geotermia. Nel comune di Fano nei giorni scorsi si è discusso, nell’ambito di un seminario, il grande potenziale di questa fonte di energia pulita.

    Enrico Gennari, presidente dell’Ordine dei Geologi delle Marche, ha evidenziato che “Secondo l’analisi dell’UGI (Unione geotermica italiana) gli utilizzi diretti della geotermia potrebbero crescere in Italia, entro il 2020, fino a otto volte rispetto ad oggi dal momento che non devono essere superate barriere tecnologiche. Le prospettive di crescita degli impianti di geoscambio con il sottosuolo dipenderanno, in gran parte, dalla definizione di un’idonea legislazione regionale, da politiche d’incentivazione pubblica e dalla diffusione di una cultura della risorsa geotermica come energia rinnovabile e sostenibile“.