Energie rinnovabili: la fabbrica di Renault a basse emissioni

Energie rinnovabili: la fabbrica di Renault a basse emissioni

Renault aprirà in Messico nel 2012 un nuovo impianto di produzione di veicoli a basse emissioni di anidride carbonica che sfrutta l'utilizzo di energie rinnovabili e il risparmio energetico

da in Conservazione ambiente, Emissioni, Impatto ambientale, Inquinamento Ambientale, Risparmio Energetico, Sviluppo Sostenibile
Ultimo aggiornamento:

    energie rinnovabili Renault

    Energie rinnovabili per produrre con maggiore rispetto dell’ambiente. E’ questo l’obiettivo che si vuole realizzare grazie al progetto di Renault, l’azienda di produzione automobilistica, la quale sta cercando di iniziare un’attività di riduzione delle emissioni durante il processo di produzione delle auto. Si tratta di un obiettivo molto ambizioso e ovviamente sarà necessario qualche anno di preparazione e di sperimentazione. Quando verrà resa operativa, la nuova fabbrica di autovetture creata in Messico sarà completamente ecologica. Sarà il 2012 la data di inizio dei lavori nel nuovo impianto di produzione.

    Con l’utilizzo delle energie rinnovabili e di impianti che permetteranno di ridurre le emissioni di CO2 la fabbrica di Renault consentirà di produrre inizialmente ogni anno circa 170mila auto e veicoli, con una riduzione del 98% delle emissioni e con grande diminuzione dell’inquinamento ambientale.

    Naturalmente la fabbrica sarà completamente autonoma dal punto di vista della produzione dell’energia. Infatti l’energia elettrica sarà realizzata sfruttando anche l’acqua proveniente dagli impianti stessi, che quindi non verrà dispersa nell’ambiente, ma verrà riutilizzata in un ciclo continuo, utile per la produzione di energia e completamente rispettoso dell’ambiente all’insegna di uno sviluppo sostenibile.

    Per la creazione dell’impianto inizialmente bisognerà adoperarsi per effettuare una fase di risparmio energetico con i sistemi tecnologici realizzati grazie alla collaborazione con la società Veolia Envinonnement. Questi nuovi metodi consentiranno di recuperare una grande parte dell’energia soprattutto durante il processo di verniciatura.

    Successivamente i nuovi impianti permetteranno di creare energia termica in un processo a basse emissioni di anidride carbonica.

    Immagine tratta da: www.iosisgroup.fr.

    336

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Conservazione ambienteEmissioniImpatto ambientaleInquinamento AmbientaleRisparmio EnergeticoSviluppo Sostenibile
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI