Energie rinnovabili: alleanza asiatica per il più grande impianto idroelettrico

Cina, Thailandia e Myanmar collaboreranno nella creazione del più grande impianto idroelettrico dell'Asia sud-orientale

da , il

    Partnership per la realizzazione del più grande impianto idroelettrico asiatico

    Il governo cinese riporta che il Paese, in collaborazione con il Myanmar e la Thailandia, avrebbe dato il via libera a una serie di studi che potrebbero portare alla realizzazione di un progetto idroelettrico valutato intorno ai 10 miliardi di dollari. Stando alle dimensioni dell’investimento e alle capacità energetiche dell’impianto che ne dovrebbe nascere, l’impianto idroelettrico si candida ad essere il più importante dell’intera Asia sudorientale per potenza produttiva.

    Il progetto da 7 GW dovrebbe nascere intorno alle rive del fiume Salween, in Myanmar, al termine di un percorso di lavori che dovrebbe tenere occupati i team di costruttori per almeno 15 anni. A partecipare alle lunghe fasi di gestazione dell’impianto, saranno compagnie private e pubbliche provenienti da tutti i Paesi partecipanti.

    La realizzazione dell’impianto sembra essere in linea con gli auspici del governo cinese, che desidera incrementare la propria capacità di produzione eco-energetica nelle province meridionali, supportando altresì lo sviluppo di progetti di produzione di energia idroelettrica nei Paesi vicini, come il Myanmar, il Laos e la Cambogia, soddisfacendo così la domanda proveniente dall’intera regione.

    La stampa locale riporta altresì i primi nomi dei partecipanti al maxi progetto: tra di essi dovrebbero rientrare la China Three Gorges, la Sinohydro e la China Southern Power Grid per quanto riguarda la Cina, la Electricity Generating Authority per la Thailandia, e la International Group of Entrepreneur per il Myanmar.