Energie rinnovabili: a Torino i rifiuti delle potature diventano biomassa

A Torino i rifiuti delle potature diventano biomassa

da , il

    energie rinnovabili torino rifiuti potature biomassa

    Sempre più spazio alle energie rinnovabili nel nostro Paese. Una delle iniziative più interessanti a proposito è quella che coinvolge la città di Torino, dove si è deciso di utilizzare i rifiuti delle potature, come rami e altri materiali legnosi, per produrre biomassa. I rifiuti in sostanza diventano risorse da valorizzare e da sfruttare in vista di un impatto ambientale ridotto. I materiali di scarto della potatura, racchiusi nei magazzini comunali, saranno messi a disposizione delle aziende che si occupano di produrre biogas. Una possibilità da tenere in considerazione.

    3 Italiani su 4 vogliono le energie rinnovabili a tutti i costi e non è da trascurare che, secondo il rapporto di Greenpeace, il ruolo delle energie rinnovabili nel 2030 non sarà affatto indifferente. Ecco perché dare spazio alle fonti rinnovabili significa garantirsi l’opportunità di un futuro migliore. Spesso si lamenta il fatto che per le energie rinnovabili in Italia la ricerca è troppo debole, ma progetti come quello avviato a Torino lasciano ben sperare.

    Il bando prevedere una gara d’asta, ma qualche problema sembra essere sorto per quanto riguarda la distinzione fra resti di potatura degli alberi dei viali (da considerarsi veri e propri rifiuti da destinare allo smaltimento negli appositi termovalorizzatori) e materiali ricavati dalla potatura esercitata nei terreni boschivi, utilizzabili come biomasse.

    In ogni caso si tratta sempre di un’iniziativa da apprezzare e da tenere come punto di riferimento per altri progetti dello stesso genere, che possano condurre il nostro Paese a crescere sulla strada delle ecoenergie.