Energia solare, “Solar Decathlon” rende ecologica Washington

Energia solare, “Solar Decathlon” rende ecologica Washington

Il "Solar Decathlon 2009" conquista Washington

    Fino al 21 ottobre 2009, al “National Mall” di Washington (Stati Uniti) sarà presente il “Solar Decathlon 2009“: un intero quartiere della città fatto di case con impianti ad energia solare. Scopriamo meglio di che si tratta.

    Per i meno esperti, spiego in cosa consiste questo evento che in via del tutto eccezionale avrà luogo nella nota città degli U.S.A. Il “Solar Decathlon 2009” è un’importante manifestazione, della durata di 3 settimane, presidiata dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti d’America. Questa edizione è caratterizzata da 20 gruppi di studenti appartenenti alle università e ai college (l’equivalente delle nostre scuole superiori, per intenderci) di tutto il mondo. Lo scopo dell’iniziativa? Progettare la casa alimentata ad energia solare non solo con la più alta efficienza, ma anche con la più elevata attrattiva.

    Prefabbricati di lusso, costruzioni tradizionali in chiave moderna, concezioni architettoniche che prediligono gli spazi liberi, edifici all’avanguardia con sistemi informativi dall’alto contenuto tecnologico: c’è solo l’imbarazzo della scelta. Molte delle case, come spiegano gli stessi costruttori, vengono realizzate per un target medio. Di questi tempi, si punta dunque sull’economicità.

    L’obiettivo del concorso non è quello di vendere i progetti o le costruzioni in sè, ma la possibilità per i giovani professionisti in erba di mostrare il talento e le competenze. Ci sono ingegneri, architetti, designer, economisti, informatici, pronti a sfoderare le proprie competenze “teoriche” per la realizzazione di costruzioni reali. Un’attività, dato l’alto contenuto di ambiti, che permette ai giovani studenti di immergersi in un ambiente assolutamente multidisciplinare e, quindi, di crescita.

    Questo evento si ripromette, a livello sociale, di avvicinare il pubblico ai sistemi di energie rinnovabili, cui fa parte l’ecologica energia solare. Il “National Mall” è ben in vista ed accessibile a chiunque, grazie al posizionamento molto favorevole (tra la Casa Bianca e il monumento a Washington). Chi, come me, purtroppo non potrà proprio assistere alla manifestazione, avrà la possibilità di seguire online, tramite videoclip in differita, tutti i momenti salienti dell’allestimento del villaggio solare.

    Immagini tratte da:
    the-bac.edu
    architecture.about.com
    jetsongreen.typepad.com

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BioediliziaEdilizia EcosostenibileEfficienza EnergeticaEnergie RinnovabiliImpianti FotovoltaiciPannelli Fotovoltaici
    PIÙ POPOLARI