Energia solare: elevata competitività con l’uso del petrolio in Medio Oriente

Uno studio condotto da Bloomberg New Energy Finance sostiene che l'energia solare potrebbe rilevarsi su elevati base di competitività nel Medio Oriente, rispetto alla tradizionale fonte primaria rappresentata dallo sfruttamento del greggio locale

da , il

    Energia solare

    Uno studio condotto da Bloomberg New Energy Finance sostiene che l’energia solare potrebbe rilevarsi su elevati base di competitività nel Medio Oriente, rispetto alla tradizionale fonte primaria rappresentata dallo sfruttamento del greggio locale. Questo, prosegue il media, dovrebbe incoraggiare le autorità locali a incrementare gli sforzi nei confronti dello sviluppo di impianti ad energia solare, preservando in tal modo la risorsa petrolifera per l’esportazione.

    Bloomberg sostiene infatti che alcune nazioni del Golfo Persico, come l’Arabia Saudita, potranno beneficiare di elevata efficienza in sede di produzione di elettricità da fonti energetiche rinnovabili, convenienza che subirà una crescente tendenza in conseguenza del calo del costo dei pannelli fotovoltaici.

    Bloomberg New Energy Finance ha infatti dichiarato che il continuo declino dei costi dei pannelli fotovoltaici incrementerà il ritmo di espansione dei mercati dell’elettricità nei Paesi medio orientali in maniera molto rapida, a beneficio dell’economia locale.

    Nel 2011, conclude infine il media, un progetto fotovoltaico da 1.000 MW da realizzarsi nella regione, genererà un tasso di ritorno pari al 9,4%. Una percentuale da tenere in debita considerazione, visto e considerato il presumibile trend del prezzo del greggio.