Energia solare, “Consorzio EdoSm” tra fotovoltaico e occupazione

Energia solare, “Consorzio EdoSm” tra fotovoltaico e occupazione

A Benevento il neonato "Consorzio EdoSm" punta alla diffusione delle energie solari rinnovabili nel Mezzogiorno, Campania in primis

da in Energia Solare, Energie Rinnovabili, Fotovoltaico, Impianti Fotovoltaici, Pannelli Fotovoltaici
Ultimo aggiornamento:

    Facendo una accurata indagine sul web, si scopre che la Regione Campania è al quindicesimo posto in Italia per la potenza degli impianti fotovoltaici. Da qui, l’esigenza di costituire qualcosa per lo sviluppo del settore. Detto fatto: sabato a Benevento è stato inaugurato il “Consorzio EdoSm” che, oltre a promuovere il fotovoltaico in tutta la regione, produrrà posti di lavoro.

    Questo l’obiettivo della “Costituenda Società Consortile EdoSm“: la realizzazione di sistemi fotovoltaici da 20 Megawatt e la conseguente creazione di occasioni di lavoro a termine per circa 500 persone. Il convegno che si è svolto sabato, dal nome “Energie rinnovabili, un’occasione per lo sviluppo del Sud”, suona come un vero e proprio motto. In questo lungo periodo di crisi, specialmente in Campania dove il tasso di disoccupazione è tra i più alti della penisola, questa può essere considerata una buonissima opportunità.

    Il Consorzio, capitanato da Valerio Marotta, sorge nella regione che ad oggi è fanalino di coda per la potenza media degli impianti ad energia solare.

    Guardando nel dettaglio, segue diverse regioni del sud Italia come Puglia e Sicilia, che a differenza della Campania negli ultimi anni si sono adeguate alle grandi opportunità di sviluppo che le energie alternative stanno offrendo e possono offrire in futuro.

    Il Consorzio coinvolge più di venti imprese del settore, che in cooperazione realizzeranno impianti per una potenza complessiva di 20 MW, ed avranno il potere di occupare molte persone. Infatti, al via del progetto ci saranno importanti ricadute occupazionali per la costruzione, manutenzione, controllo dell’efficienza e per le attività amministrative connesse agli impianti fotovoltaici. Tanto per rendere l’idea in termini concreti: l’installazione di un impianto ad energia solare da 400 Kilowatt richiede, per tre mesi, la forza-lavoro di 8 addetti.

    Immagini tratte da:
    ilrestodelcarlino.it
    varesenews.it
    pontaniservice.com

    345

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Energia SolareEnergie RinnovabiliFotovoltaicoImpianti FotovoltaiciPannelli Fotovoltaici
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI