Emissioni di carbonio: progetti ecosostenibili finanziati con fondi interbancari

Emissioni di carbonio: progetti ecosostenibili finanziati con fondi interbancari

Lanciato un nuovo fondo con l'incarico di finanziare progetti ecosostenibili delle aree più povere del Mar Mediterraneo

da in Sviluppo Sostenibile
Ultimo aggiornamento:

    Progetti ecosostenibili nel Mediterraneo

    Ridurre le emissioni di carbonio attraverso il finanziamento di progetti ecosostenibili che coinvolgeranno le aree più povere del bacino di Mediterraneo. Con questa lodevole finalità alcuni protagonisti del mondo interbancario europeo hanno dato vita al Mediterranean Carbon Fund, un fondo di investimento che auspica di impiegare circa 200 milioni di euro in 10 anni per sviluppare iniziative verdi nell’area di riferimento.

    I partner che hanno siglato l’intesa per la generazione del fondo sono la CDC Climat (divisione della Cassa dei Depositi della Francia), l’Agenzia Francese per lo Sviluppo, la Banca Europea degli Investimenti, la Bankengruppe e l’italiana Cassa Depositi e Prestiti; a livello organizzativo, il fondo si collocherà all’interno dei piani di sviluppo predisposto nell’ambito dello scenario dell’Unione per il Mediterraneo.

    Le principali aree di intervento sono relative allo sviluppo di progetti su energie rinnovabili, sull’efficienza energetica e sulla gestione del conferimento e dello smaltimento dei rifiuti. Come già introdotto, i Paesi beneficiari saranno soprattutto quelli meno ricchi, e in particolar modo quelli appartenenti all’area orientale e meridionale del Mar Mediterraneo.

    Ad ogni modo, prima di poter utilizzare le risorse del fondo, occorrerà che l’iniziativa diventi a tutti gli effetti operativa.

    La data di partenza più probabile sembra poter essere quella del 2011, con i primi finanziamenti erogati già a partire dall’anno successivo. Come detto, entro il termine del decennio il volume complessivo di interventi dovrebbe raggiungere i 200 milioni di euro.

    Immagine tratta da migliorblog.it

    297

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sviluppo Sostenibile
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI