Eco incentivi moto salvano settore dalla crisi

Malgrado la crisi, i motocicli continuano a vendere: merito degli eco incentivi statali

da , il

    In questo tempo di crisi, che ha colpito tutti i settori commerciali, il mercato delle moto tiene duro. Per la riuscita, bisogna ringraziare gli eco incentivi statali che favoriscono gli acquisti.

    Nel mese di settembre la vendita degli scooter è salita e ha chiuso positivamente il bilancio. Sono infatti 32.171 i veicoli immatricolati di cilindrata maggiore a 50 cc, per un totale di +3,7% rispetto all’anno scorso.

    Scendendo più nel dettaglio si nota come 24.748 dei veicoli venduti sono scooter (per un incrementi pari al 13,1%9. Le moto vendute lo scorso mese invece continuano a essere poche. Sono solo 7.423, che equivale a un calo del 18,7%. Anche i 50 cc non va meglio. I veicoli di questa categoria venduti sono 9.146 (una perdita di ben 21,7%).

    Gran parte del merito di questa crescita della vendita degli scooter di deve agli eco incentivi. Lo ha confermato proprio Corrado Capelli, il presidente di Confindustria Ancma, che ha dichiarato: “Evidenziare l’assoluta esigenza degli incentivi anche per il 2010 perché sono il fattore decisivo per il mantenimento dei volumi del mercato che altrimenti sarebbe in caduta libera, come accaduto in altri Paesi. La raccomandazione di proseguire con queste azioni di sostegno, come già richiesto dal mondo auto, è ancora più vitale per il settore delle 2 ruote che presenta un parco circolante ancora largamente obsoleto, con oltre 6 milioni di veicoli EURO 0 o EURO 1“.

    Corrado Capelli ha poi sottolineato l’importanza per la sicurezza: “Ricordiamo anche la proposta di facilitare l’acquisto di mezzi di protezione, come caschi e paraschiena, attraverso ad esempio una detrazione fiscale“.

    Le vendite insomma continuano a calare (i veicoli superiori ai 50 cc venduti nel 2009 rispetto allo scorso anno è calata del 6,2%), gli unici dati positivi arrivano proprio dagli incentivi statali del 2009 che sembrano in qualche modo frenare gli effetti devastanti di questa crisi.

    Immagini tratte da:

    allaguida.it

    dueruoteusate.it

    motodiario.it