Ecoincentivi: le offerte locali

Su Auto Ambiente si legge un’osservazione molto interessante per chi è in procinto di sostituire la propria automobile e di usufruire degli ecoincentivi

da , il

    Su Auto Ambiente si legge un’osservazione molto interessante per chi è in procinto di sostituire la propria automobile e di usufruire degli ecoincentivi. Oltre ai contributi statali, non vanno dimenticate le offerte proposte dalle regioni, dalle province e dai singoli comuni.

    Scorrendo l’articolo, si scopre che il Consorzio Ecogas in collaborazione con il periodico EcoMobile tiene costantemente aggiornato l’elenco degli ecoincentivi offerti dalle realtà locali. Ed il numero degli enti pubblici che propongono un’offerta valida per quel che riguarda gli ecocontributi è molto vasto. Si va dalla Lombardia che, ad esempio, esenta dal pagamento del bollo auto i proprietari dei veicoli alimentati esclusivamente a gas.

    Sempre la Lombardia ha messo a disposizione di tutti i residenti, a partire dal 2007, un fondo di 25 milioni di Euro per il rinnovo in senso ecologico del parco automobilistico. A seconda del proprio ISEE, si può avere diritto ad un bonus di 3.000 Euro per l’acquisto di una vettura nuova o usata di classe Euro 3 a Gpl o metano, ma anche a benzina con emissioni di anidride carbonica inferiori a 140 g./km. A Bolzano, in Trentino Alto Adige, i residenti che scelgono il Gpl o il metano per l’autotrazione sono esentati per tre anni dalla tassa automobilistica provinciale. Sono comunque moltissime, in tutta Italia, le realtà locali che propongono ecoincentivi interessanti.