Cromoterapia: cos’è e a cosa serve

Cos’è la cromoterapia e a cosa serve? Questa tecnica terapeutica naturale utilizza l’influenza dei colori sul benessere psicofisico dell’organismo.

da , il

    Cromoterapia: vediamo cos’è e a cosa serve. Si tratta di una tecnica terapeutica naturale, che ha origini molto antiche. Si basa sull’importanza che la medicina tradizionale attribuisce all’influenza dei colori sulla salute e sulla psiche dell’individuo. Negli ultimi tempi la ricerca scientifica si è dedicata molto a questo argomento, mettendo in evidenza che i colori hanno un’influenza determinante sul sistema nervoso, su quello metabolico e sulle difese immunitarie. Attraverso questa tecnica terapeutica, da integrare con altri trattamenti, si utilizzano i colori per aiutare l’organismo a ritrovare il suo equilibrio psicofisico. Vediamo di scoprirne di più.

    Le tecniche utilizzate

    La cromoterapia si avvale di diverse tecniche. I colori, infatti, possono venire assorbiti dall’organismo e avere un’influenza su di esso in differenti maniere. Si sfruttano le radiazioni luminose ottenute con particolari apparecchiature e la luce solare, con tutto il suo spettro di colori. Altri metodi impiegati sono gli abiti, il bagno con acque colorate, la visualizzazione e la respirazione, la meditazione secondo precise tecniche. Anche l’alimentazione può sfruttare i benefici della cromoterapia: soprattutto la frutta e la verdura che consumiamo, in base ai loro colori, ci possono garantire degli effetti riequilibranti.

    Rosso

    Il colore rosso è collegato alla vita e alla forza, ma anche alla passione. L’influenza che può dare al nostro equilibrio psicofisico è determinata dall’innalzamento della pressione del sangue e dall’accelerazione del polso. Questo colore sembra essere utile in caso di depressione, di impotenza, di asma e di tosse. La sua influenza è capace di aumentare il numero dei battiti del cuore, la circolazione sanguigna, la frequenza respiratoria. Inoltre stimolerebbe l’attività nervosa e quella delle ghiandole e attiverebbe il fegato.

    Verde

    Il verde è un colore di tipo neutro, che si colloca a metà strada fra le tonalità fredde e quelle calde. Aiuterebbe l’organismo a ritrovare il suo benessere naturale, ripristinando l’equilibrio delle sue funzioni. Si tratterebbe di un sedativo del sistema nervoso, aiutando a combattere l’irritabilità, l’ansia e l’insonnia. Contribuisce a diffondere una sensazione di calma.

    8 rimedi naturali contro l’insonnia

    Blu

    Il blu ha un effetto tranquillizzante e viene utilizzato per alleviare lo stress e tutti i problemi che sono collegati ad esso, come le sensazioni ansiose e l’insonnia. Secondo alcune considerazioni, che tuttavia non sono condivise chiaramente a livello scientifico, l’influenza del blu potrebbe essere utile anche a curare l’infiammazione. Dal punto di vista fisiologico, il blu stimolerebbe il sistema parasimpatico, diminuendo la pressione arteriosa e regolando il ritmo respiratorio e i battiti del cuore. Il risultato sarebbe una sensazione di rilassamento.

    8 cibi contro lo stress: gli alleati naturali da non perdere

    Giallo

    Il giallo avrebbe un’influenza fondamentale nell’alleviare i disturbi digestivi, soprattutto agendo contro il gonfiore addominale che a volte può derivare anche dalla colite. A livello psichico darebbe un senso di allegria e di positività, aiuterebbe la concentrazione mentale e la risoluzione dei problemi. Stimolerebbe la depurazione dalle tossine.

    Arancione

    L’arancione risulterebbe benefico sull’attività della tiroide e si caratterizzerebbe come un vero e proprio antispastico. Dona una sensazione di felicità, stimola a ritrovare l’amore per la vita ed è ideale per combattere la depressione, le paure e le nevrosi.

    Indaco

    Questo colore favorirebbe l’intuito e risulterebbe utile in caso di ipertiroidismo, perché spingerebbe la tiroide ad autoregolarsi. Secondo la medicina tradizionale, risulterebbe utile per tutti i disturbi che colpiscono la testa.

    Violetto

    E’ un colore che a livello psichico agisce favorendo la creatività. A livello fisico, secondo le concezioni della cromoterapia, rafforzerebbe le ossa e le articolazioni, stimolerebbe la produzione dei globuli bianchi e le attività della milza. Risulterebbe importante anche in caso di malattie infiammatorie che interessano la pelle.